Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

I geni relativi alle variazioni di colori nelle lucertole

Alcuni ricercatori impegnati nello studio dei geni che controllano la variazione di colore nelle lucertole iguanidi hanno scoperto nuovi indizi riguardo all’evoluzione e alla speciazione.
I geni relativi alle variazioni di colori nelle lucertole
Le giogaie (o pliche sotto la gola) sono pliche di pelle estensibili sotto il mento delle lucertole (iguanidi) anolidi, utilizzate per comunicare tramite esibizioni visive. Le giogaie variano enormemente per dimensioni, forma e colore, ma si sa poco della loro funzione o del motivo per cui si è evoluta una tale diversità.

In effetti, più in generale, la motivazione dell’evoluzione e del mantenimento di tali variazioni, note come polimorfismo, sfugge tuttora ai biologi evoluzionisti. Il progetto ANOLIS GENOMICS finanziato dall’UE si è servito delle variazioni degli schemi di colore nelle giogaie di una lucertola anolide panamense per comprendere la genetica dei polimorfismi di colore.

Mappando la distribuzione degli schemi di colore della giogaia della lucertola panamense, i ricercatori hanno stabilito che il polimorfismo resta stabile per molti anni.

Hanno scoperto che, anche se singoli esemplari di popolazioni differenti per il colore della giogaia possono incrociarsi, la relativa prole risulta meno fertile. Tale scoperta consente di spiegare il mantenimento della variazione dello schema di colore, dato che è minore la probabilità che la prole ibrida tramandi i suoi geni.

ANOLIS GENOMICS ha anche accertato che le dimensioni della giogaia rappresentano un tratto quantitativo, vale a dire esiste una distribuzione in termini di dimensioni tra le popolazioni di lucertole. In modo molto simile all’altezza nelle popolazioni umane, tale fenomeno è causato dagli effetti cumulativi di geni e ambiente.

Attualmente, ANOLIS GENOMICS sta analizzando migliaia di sequenze genetiche in relazione ai marcatori di schemi di colore, creando una mappa genetica per valutare la variazione genetica tra popolazioni. Dopo aver accertato che il colore, lo schema e le dimensioni della giogaia si sono evoluti in modo indipendente e forse servono a funzioni diverse, i ricercatori osserveranno come i relativi geni contribuiscano alla speciazione.

Tali mappe genetiche, accanto alle sequenze dell’intero genoma di tre specie di lucertole anolidi, forniranno una grande quantità di informazioni per la più ampia comunità che si occupa di genetica evolutiva.

Informazioni correlate

Keywords

Variazione di colore, lucertole, giogaia, polimorfismi di colori, genetica, speciazione