Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

L’istruzione sostiene lo smaltimento delle scorie radioattive

Nuovi moduli di formazione e programmi educativi per certificazioni di livello superiore nel campo dello smaltimento delle scorie radioattive aiuteranno ad affrontare una delle preoccupazioni ambientali e nucleari fondamentali dell’Europa.
L’istruzione sostiene lo smaltimento delle scorie radioattive
Una delle questioni ambientali più pressanti per l’Europa riguarda la gestione delle scorie radioattive. Sin dal 2005, l’iniziativa PETRUS dell’UE sta mobilitando organizzazioni che si occupano di gestione delle scorie radioattive, università, organizzazioni di ricerca e istituti di formazione per affrontare questa sfida. Più di recente, il progetto PETRUS III (Implementing sustainable E&T programmes in the field of radioactive wastes disposal), finanziato dall’UE, ha ideato dei nuovi approcci per supportare la formazione e l’occupazione di persone in questo settore.

Basandosi sui suoi predecessori, PETRUS III ha sviluppato dei moduli di formazione che portano a una qualificazione riconosciuta per lo smaltimento geologico. Esso ha sviluppato tre unità di formazione basate sui risultati dell’apprendimento per responsabili della sicurezza e ha progettato il modello per il contratto di apprendimento per valutare l’accreditamento, inclusi i criteri di accettazione per gli studenti.

Più in dettaglio, il team del progetto ha sviluppato una struttura multidisciplinare di formazione e ricerca per gli studenti di dottorato, che ha applicato in due congressi PETRUS. Gli eventi hanno incluso lezioni di alto livello sullo smaltimento delle scorie radioattive presentate da eminenti esperti internazionali, in aggiunta a presentazioni orali e sessioni con materiale di affissione.

Per gli studenti di dottorato e i giovani ricercatori il fatto di dedicarsi a competenze multidisciplinari è stato visto come fondamentale per migliorare le loro capacità di affrontare questioni complesse relative allo smaltimento delle scorie radioattive. Quest’ultimo è per sua natura un settore interdisciplinare.

Tra i suoi principali risultati il team del progetto ha anche prodotto un quadro per la scuola di dottorato sull’innovazione nello smaltimento delle scorie. Esso ha poi sviluppato delle strategie per garantire la longevità e la sostenibilità dell’iniziativa PETRUS.

Inoltre, sinergie e collegamenti con altri progetti finanziati dall’UE e con associazioni rilevanti hanno rinforzato il lavoro del progetto. L’allineamento con la Rete europea di formazione in campo nucleare (ENEN) e con il sistema europeo di crediti per l’istruzione e la formazione professionale (ECVET) ha contribuito in modo significativo al raggiungimento degli obiettivi del progetto.

In sostanza il progetto porterà a un’eccellente formazione di studenti di dottorato di prima qualità e ricercatori all’inizio della loro carriera in questo settore, sostenuta da un approccio interdisciplinare. Esso fornirà alla comunità dello smaltimento delle scorie radioattive un’istruzione e una formazione di migliore qualità, oltre a far progredire la ricerca.

Ci si aspetta che questo, a sua volta, fornisca un contributo positivo nell’affrontare la sfida delle scorie radioattive in Europa.

Informazioni correlate

Argomenti

Nuclear Fission

Keywords

Scorie radioattive, gestione scorie, PETRUS III, smaltimento geologico, istruzione settore nucleare