Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Soluzioni TIC per migliorare la gestione idrica urbana

Per risparmiare acqua ed energia è necessario coinvolgere i cittadini nello sforzo volto a soddisfare gli attuali livelli di consumo e gli obiettivi desiderati. Un’iniziativa dell’UE ha sviluppato una piattaforma TIC che coinvolge attivamente i cittadini nel miglioramento della gestione del fabbisogno idrico nelle aree urbane.
Soluzioni TIC per migliorare la gestione idrica urbana
L’acqua sta diventando un bene sempre più scarso. Questo influisce negativamente sulle risorse di acqua potabile. Allo stesso tempo, l’urbanizzazione è diventata un fenomeno globale, visto che sempre più persone scelgono di vivere nelle città. Fornire delle risorse idriche in diminuzione a un numero crescente di città è una sfida che incute timore.

Tecnologia che soddisfa le necessità delle aziende di erogazione idrica e dei consumatori

“In molte situazioni, l’approvvigionamento idrico non può essere incrementato a comando, o perché gli investimenti nelle infrastrutture richiedono anni o perché è molto costoso, persino in termini di energia necessaria,” dice il prof. Andrea Emilio Rizzoli, coordinatore del progetto SMARTH2O, finanziato dall’UE. Per affrontare il problema del fabbisogno e dell’approvvigionamento idrico, il progetto ha presentato una piattaforma software che consente ad aziende di erogazione idrica, comuni e cittadini di progettare, sviluppare e applicare le migliori pratiche e politiche di gestione idrica. Questo porterà a una riduzione nel consumo di acqua senza compromettere la qualità di vita.

Questa soluzione software sfrutta i recenti sviluppi nelle infrastrutture per la misurazione dell’acqua. “L’avvento di contatori intelligenti per l’acqua ci permette di monitorare attentamente quanta acqua ogni abitazione sta usando, e quando la sta usando,” spiega il prof. Rizzoli. “La piattaforma registra ed elabora questi dati, fornendo dei feedback motivazionali agli utenti allo scopo di ridurre il consumo,” egli aggiunge. L’innovazione tecnologica lavora per comprendere e modellare il comportamento attuale dei consumatori in base ai dati relativi al consumo idrico storico e in tempo reale. Essa prevede come può essere influenzato il comportamento del consumatore attraverso varie politiche di gestione del fabbisogno idrico, dal risparmio di acqua e le campagne di sensibilizzazione sociale agli schemi dinamici per la determinazione del prezzo dell’acqua. I clienti si devono abbonare alla piattaforma per poter sfruttare i suoi benefici.

I partner del progetto hanno messo con successo in campo la piattaforma SMARTH2O in 400 abitazioni svizzere e presso oltre 40 000 clienti in Spagna. I risultati hanno mostrato dei notevoli risparmi di acqua, pari a circa il 20 % in Spagna e al 10 % in Svizzera.

Strumenti di consapevolezza cooperativa per rendere i cittadini dei migliori consumatori di acqua

I ricercatori hanno sviluppato nuovi algoritmi che sono in grado di attribuire il consumo totale di acqua di un’abitazione a specifici usi, come ad esempio fare la doccia o annaffiare il giardino. Questo consente di fare delle raccomandazioni per ridurre il consumo di acqua più precise e di impatto. Essi hanno anche sviluppato degli algoritmi per identificare i più comuni profili dell’utilizzo idrico. Gli algoritmi sono quindi utilizzati in una piattaforma di simulazione basata su agenti al fine di simulare e prevedere l’utilizzo dell’acqua a livello di quartiere.

Un altro settore della ricerca si è concentrato sullo sviluppo di tecniche di ludicizzazione per incoraggiare i risparmi idrici. Un gioco da tavolo con contenuti digitali aggiuntivi finalizzato a promuovere l’efficienza idrica tra i bambini delle scuole è stato progettato e distribuito alle famiglie in Spagna e Svizzera. Inoltre, è stato effettuato uno studio di economia comportamentale sull’impatto di ricompense e incentivi sul consumo idrico.

“Grazie a SMARTH2O, le aziende di erogazione idrica possono promuovere un uso più responsabile e capire meglio come si comportano i clienti e come reagiscono a stimoli di sensibilizzazione e a ricompense e incentivi relativi al consumo,” conclude il prof. Rizzoli. “Esso inoltre accresce la consapevolezza del consumatore riguardante le esistenti abitudini del consumo idrico e le implicazioni dello stile di vita, come ad esempio la coscienza ambientale.”

La tecnologia di SMARTH2O è adesso sfruttata commercialmente. I potenziali clienti hanno a loro disposizione lo SmarterWater, un nuovo prodotto che incorpora molti dei vantaggi della soluzione sviluppata. Questa piattaforma digitale 2.0 connette i sistemi idrici online, fornendo così dei dati accurati del consumo in tempo reale.

Keywords

Gestione idrica urbana, fabbisogno idrico, approvvigionamento idrico, SMARTH2O, consumo di acqua