Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Migliore monitoraggio dei gas a effetto serra diversi dalla CO2

Oltre 200 scienziati e partecipanti, provenienti da 14 paesi dell’UE, hanno riunito i propri sforzi per creare una rete unica nel campo della ricerca sul clima. L’iniziativa si è concentrata sui gas serra privi di biossido di carbonio (CO2), quali metano, protossido di azoto, esafluoruro di zolfo, idrocarburi alogenati e diidrogeno.
Migliore monitoraggio dei gas a effetto serra diversi dalla CO2
Il progetto INGOS (Integrated non-CO2 greenhouse gas observing system) ha sostenuto l’integrazione e l’accesso alle infrastrutture di ricerca nazionali esistenti, allo scopo di migliorare ed estendere la capacità dell’Europa in ambito di monitoraggio dei gas serra diversi dalla CO2.

Per la prima volta, un progetto ha incluso tutti gli aspetti rilevanti per studiare i cambiamenti climatici, come per esempio l’armonizzazione e l’intenso controllo di qualità di dati storici e attuali.

In aggiunta, i ricercatori hanno condotto il monitoraggio a lungo termine delle specie di gas rilevanti a livello europeo e hanno comparato le attuali tecniche di misurazione. Nuovi metodi, norme, orientamenti sulle migliori pratiche e tecniche di modellizzazione sono stati sviluppati e combinati con i dati di misurazione e telerilevamento.

Inoltre, i ricercatori hanno valutato i bilanci di gas serra diversi dalla CO2 utilizzando la correlazione turbolenta, tecniche che interessano gradiente e flusso, e quantificazione mediante isotopi. La combinazione dei diversi campi scientifici sotto un’unica infrastruttura ha permesso agli scienziati del progetto di stabilire un quadro complessivo delle emissioni di gas diversi dalla CO2, in tutta Europa.

L’iniziativa ha avuto un impatto significativo dovuto al proprio carattere internazionale e interdisciplinare, il che ha permesso ai ricercatori di lavorare oltre le proprie discipline di ricerca. Il progetto INGOS ha inoltre aiutato i responsabili politici ad adottare decisioni informate circa aspetti quali cambiamenti climatici, protocolli internazionali di riduzione delle emissioni di gas serra diversi dalla CO2 e strategie di ricerca. Il progetto ha permesso di rispondere alle future sfide politiche, sociali ed economiche e di sviluppare conoscenze scientifiche.

I partner del progetto hanno redatto ed esaminato i rapporti internazionali e si sono impegnati assieme ai responsabili politici a livello di amministrazione locale, nazionale e internazionale, consigliando loro le strategie di mitigazione per le emissioni di gas serra e proteggendo così lo strato di ozono.

Infine, il progetto INGOS ha giocato un ruolo cruciale nell’integrazione di diverse piattaforme di osservazione e nello sviluppo di misurazioni a terra che integrano i dati satellitari. I risultati avranno un impatto significativo sullo sviluppo di tecniche di misurazione tramite telerilevamento, per i gas a effetto serra presenti nell’atmosfera.

Informazioni correlate

Keywords

Gas serra, INGOS, infrastruttura, cambiamenti climatici, emissioni