Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Promozione della ricerca transnazionale in Andalusia

Un programma di mobilità, finanziato dall’UE e condotto dall’Università di Malaga, aiuterà i ricercatori esperti residenti nella regione spagnola dell’Andalusia a sviluppare la loro carriera migliorando le loro competenze nella ricerca.
Promozione della ricerca transnazionale in Andalusia
L’obiettivo del progetto U-MOBILITY (Fostering researcher mobility in the University of Málaga) era di promuovere la mobilità transnazionale e la cooperazione internazionale tra le comunità di ricerca locali e regionali. Ciò è stato raggiunto tramite la promozione dello sviluppo professionale di ricercatori esperti in un ambiente internazionale in collaborazione con l’Università di Malaga.

Il programma è stato avviato con un bando pubblico per finanziare fino a 12 contratti di lavoro postdottorato per svolgere un progetto di ricerca che si svolgerà in due fasi. L’iniziale fase in uscita di 18-24 mesi si è svolta in un centro di ricerca ospitante fuori della Spagna, mentre la fase di ritorno di 9-12 mesi era all’Università di Malaga.

Per ottenere tali contratti, i candidati dovevano soddisfare i requisiti del programma e presentare la documentazione richiesta nei modi e nei tempi specificati nel bando e nella guida per i candidati. Inoltre, la proposta del candidato era presentata con il sostegno di un ricercatore dell’Università di Malaga.

I potenziali ricercatori erano liberi di proporre un progetto di loro scelta. Tuttavia, i candidati dovevano dimostrare come il progetto potrebbe contribuire allo sviluppo professionale generale del ricercatore e alla creazione di reti collaborative internazionali.

U-MOBILITY ha ricevuto 48 candidature, 44 delle quali hanno superato la fase di valutazione. Le proposte restanti sono state valutate da esperti internazionali indipendenti, membri di quattro pannelli. La distribuzione delle proposte secondo le discipline di ricerca era: 43 % in scienze sperimentali, 34 % in ingegneria, 18 % in scienze sociali e umanistiche e 5 % in scienze economiche.

Questo programma aiuterà ad abbattere le barriere alla mobilità dei ricercatori. I borsisti acquisiranno esperienza e indipendenza, avviando collaborazioni a lungo termine con gruppi di ricerca presso l’Università di Malaga, rafforzando così la sua visibilità internazionale. L’iniziativa è anche allineata con le politiche sientifiche internazionali e nazionali future.

Informazioni correlate

Keywords

Transnazionale, università di Malaga, ricercatori, U-MOBILITY, mobilità