Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

I tetti verdi ripuliscono i gas industriali

Gli scienziati europei hanno sviluppato una soluzione biologica per la pulizia delle emissioni di composti organici volatili (COV) dovute ai gas di scarico delle piccole e medie imprese (PMI).
I tetti verdi ripuliscono i gas industriali
I COV, sostanze chimiche a base di carbonio che evaporano facilmente, sono ampiamente utilizzati per attività industriali quali verniciatura, pittura, stampa e pulizia. Insieme agli ossidi di azoto (NOx) e alla luce solare, i COV generano ozono tossico a livello del suolo.

Tale problema di emissioni è stato affrontato dal progetto GRABGAS (Green roofs that clean SME industrial gas containing low and variable concentrations of volatile organic compounds), finanziato dall’UE, il quale ha utilizzato i tetti verdi, che impiegano la tecnologia di rizodegradazione e fotocatalisi per il trattamento di piccoli volumi di emissioni industriali.

La rizodegradazione utilizza le radici delle piante, i microrganismi e il suolo, per degradare contemporaneamente e in modo biologico diversi COV in anidride carbonica e acqua. Il progetto GRABGAS è stato in grado di adattarsi al mutare delle concentrazioni e di rendere le miscele COV maggiormente biodegradabili applicando un pre-trattamento fotocatalitico solare con ossido di titanio drogato, prima della rizodegradazione.

Il team ha sviluppato modelli matematici che hanno simulato il flusso d’aria, la caduta di pressione e temperatura su un prototipo di filtro per rizofiltrazione adatto a un impianto pilota. Una revisione della letteratura ha contribuito a fornire un’ulteriore comprensione circa la biodegradazione e ha aiutato nella scelta della migliore specie di piante candidate. È stato inoltre effettuato un esperimento di biodegradabilità, dove i ricercatori hanno progettato un’analisi COV radiomarcata per studiare il tempo necessario ai fini della degradazione di tali composti volatili.

Per supportare la crescita delle piante e fornire una fotocatalisi con luce solare, il sistema GRABGAS è stato posizionato su tetti di zone industriali, utilizzando gli standard europei relativi ai tetti verdi. Il flusso d’aria ottimale attraverso il filtro per rizofiltrazione è stato realizzato utilizzando un substrato che ha permesso la crescita delle radici.

Il substrato ha dimostrato anche una grande superficie attiva per la crescita batterica e una buona permeabilità relazionata alla capacità di contenimento dei COV e dell’aria. Tali caratteristiche manterranno la temperatura e l’umidità a un intervallo costante, grazie a un adeguato sistema di chiusura, isolamento e drenaggio.

Il progetto GRABGAS ridurrà le emissioni di COV provenienti dalle PMI, contribuendo così al rispetto degli standard ambientali dell’UE e al miglioramento della qualità della vita dei cittadini che vivono nelle loro vicinanze.

Informazioni correlate

Keywords

Tetti verdi, composti organici volatili, GRABGAS, rizodegradazione, fotocatalisi