Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

In che modo il cervello rappresenta il suo sé sociale

Alcuni ricercatori hanno studiato i processi cognitivi e i meccanismi neurali alla base delle influenze determinate da autotrascendenza e spiritualità sulla percezione sociale e l’empatia.
In che modo il cervello rappresenta il suo sé sociale
Il modo con cui gli eventi mentali nostri e altrui vengono rappresentati è connesso alla mappatura di stati corporei interni, noti come incarnazione. Gli esseri umani hanno anche una capacità di trascendere le percezioni corporee e le azioni, che viene denominata autotrascendenza. Possono proiettare immagini di sé in scenari non interamente evidenti per i sensi; si tratta, in altre parole, della spiritualità. SPIRIT (Spiritual brains and embodied minds: Neural bases of self-transcendence and empathy), un progetto finanziato dall’UE, ha raccolto una serie di misure esplicite di spiritualità ed empatia e ha creato nuove misure implicite per gli stessi concetti.

Per rappresentare l’autotrascendenza, i ricercatori hanno utilizzato la mindfulness e lo yoga, accanto alla spiritualità e alla religione. Hanno confrontato gli effetti di pratiche yoga e mindfulness sulla capacità di riconoscere le emozioni sui volti e nei corpi delle persone. Dai risultati emerge che lo yoga eleva il riconoscimento del volto ma non delle espressioni emotive corporee, rispetto alle pratiche baseline e mindfulness. Non sono stati ottenuti effetti in relazione al compito di riconoscimento di genere.

In uno studio di follow-up, i ricercatori di SPIRIT hanno confrontato gli effetti di una differente pratica di mindfulness con lo yoga, in persone che avevano esperienza precedente con la mindfulness e persone che non ne avevano. La pratica implica il decentramento del pensiero. I risultati indicano che il decentramento può indurre effetti diversi sulle capacità di riconoscere le emozioni rispetto alla pratica incarnata.

Complessivamente, gli esiti mostrano che si potrebbero aumentare le capacità di riconoscimento delle emozioni attraverso induzioni anche brevi di incarnazione o decentramento. Tale conclusione corrobora l’opinione secondo cui la percezione sociale si affida, almeno in parte, alle rappresentazioni incarnate.

Il modo con cui le persone rappresentano la loro natura trascendentale influenza il modo con cui percepiscono e incarnano le emozioni degli altri. Questa ricerca arricchisce di nozioni i campi inerenti a spiritualità, autotrascendenza e cognizione sociale incarnata.

Informazioni correlate

Keywords

Autotrascendenza, spiritualità, percezione sociale, empatia, SPIRIT, mindfulness