Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

H2020

Train-to-NZEB — Risultato in breve

Project ID: 649810
Finanziato nell'ambito di: H2020-EU.3.3.7.
Paese: Bulgaria
Dominio: Tecnologie industriali

Promuovere una formazione pratica in materia di efficienza energetica

Il progetto Train-to-NZEB, finanziato dall’UE, ha istituito risorse per l’efficienza energetica di altissimo livello, oltre a innovativi programmi di formazione in cinque paesi dell'Europa centrale e orientale. Questo permetterà alla prossima generazione di professionisti dell’edilizia di sviluppare le competenze necessarie per soddisfare la crescente domanda di immobili a energia quasi zero (NZEB, net zero energy buildings).
Promuovere una formazione pratica in materia di efficienza energetica
I centri formativi, chiamati anche Building Knowledge Hubs (Centri per le conoscenze edilizie), fanno parte di una rete internazionale in crescita che combina lezioni teoriche con esercizi pratici. La rete si propone anche di aumentare l’interesse e di sensibilizzare in materia di NZEB, stimolando la domanda di mercato per un’efficienza energetica ottimale in nuovi edifici e restauri.

«I nuovi standard NZEB sono sviluppati a livello nazionale», spiega il coordinatore del progetto, il dott. Dragomir Tzanev del Centro per l’efficienza energetica EnEffect, in Bulgaria. «Soddisfare questi nuovi criteri richiede alcune modifiche nella formazione di progettisti e lavoratori edili. Dobbiamo inoltre cambiare il nostro modo di concepire gli edifici e questo deve trasmettersi agli utenti finali. In questo processo sono i consumatori a fare la differenza in termini di cambiamento, poiché in mancanza di domanda del mercato la formazione non sarà richiesta.»

Mentre il progetto triennale volge al termine, alcuni enti di formazione in Bulgaria, Repubblica ceca, Romania, Turchia e Ucraina stanno già mettendo in pratica i corsi di Train-to-NZEB. L’obiettivo iniziale di formare un totale di 90 formatori è già stato raggiunto.

«Ci stiamo inoltre avvicinando al nostro obiettivo di formare 2.400 lavoratori edili, 480 progettisti e 720 persone non specializzate, tra cui autorità pubbliche, ONG, media e responsabili delle strutture», afferma Tzanev. «Sono molto fiero anche dei risultati ottenuti in Turchia e Ucraina; i centri di formazione in questi due paesi stanno svolgendo un lavoro eccezionale.»

Esperienza pratica

Train-to-NZEB è iniziato nel 2015 con un’analisi preliminare delle lacune formative esistenti e del modo in cui potessero essere colmate. Sono state identificate le più importanti istituzioni di ricerca e formazione tedesche (Passive House Institute) e irlandesi (Passive House Academy e Limerick Institute of Technology) in quanto partner ideali per il trasferimento di conoscenze ed esperienza. «L’Irlanda ha molta esperienza nel combinare una formazione standard in classe con corsi pratici», afferma Tzanev. «L’esperienza pratica è un aspetto del processo di apprendimento davvero importante.»

Sia la Germania che l’Irlanda hanno inoltre sistemi di certificazione comprovati sia per i progettisti che per i commercianti. «Rendere disponibili diversi corsi di formazione permetterà ai centri formativi di offrire davvero qualcosa di diverso al mercato e soddisfare una domanda formativa differenziata», aggiunge Tzanev. I corsi di formazione personalizzati per costruttori, progettisti o utenti finali si focalizzano su concetti di base quali risparmio energetico, NZEB e attuazione di nuove norme edili, offrendo un’esperienza pratica con materiali e strumenti innovativi.

Rete in espansione

Tzanev spera che il concetto della rete Train-to-NZEB venga ora ulteriormente sviluppato ed esteso. È stato recentemente lanciato il nuovo progetto finanziato dall’UE, Fit-to-nZEB, che amplia la rete a Grecia, Italia e Croazia, con una particolare attenzione a un restauro di edifici efficiente da un punto di vista energetico.

«Qui l’obiettivo è offrire programmi di formazione a tutti i livelli, da chi ha recentemente finito le superiori ai professionisti», afferma. «Questo progetto mantiene l’idea di Train-to-NZEB di una condivisione e uno sviluppo dei programmi all’unisono e dimostra davvero che stiamo creando una cultura di scambio. È l’unico modo in cui possiamo migliorare e infine soddisfare la domanda dei clienti».

Con l'aumento della popolarità, Tsanev spera che gli enti di formazione della rete inizieranno a farsi carico di un maggior numero di attività di consulenza per progetti edilizi reali. Prevede inoltre che l’apprendimento misto, una combinazione di apprendimento online a distanza con esperienza pratica nei centri di formazione e lezioni frontali in classe, sarà una caratteristica molto importante in futuro. «La formazione di professionisti che operano in zone isolate è possibile solo tramite un ottimo apprendimento a distanza», spiega. «Coinvolgendo il maggior numero di parti interessate e ampliando la nostra offerta formativa possiamo assicurarci che il nostro sia un modello sostenibile.»

Informazioni correlate

Keywords

TRAIN-TO-NZEB, energia, efficienza, NZEB, edifici, edilizia, progettisti, costruttori, formazione