Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

H2020

SITEX-II — Risultato in breve

Project ID: 662152
Paese: Francia
Dominio: Società, Energia, Cambiamento climatico e Ambiente

Consulenza di esperti sui rifiuti nucleari

Molti tipi di rifiuti nucleari rimarranno pericolosamente radioattivi per migliaia di anni. Un gruppo di ricerca dell'UE ha sviluppato competenze europee in materia di smaltimento sotterraneo, tramite una rete di esperti, e ha suggerito nuove iniziative in materia di sicurezza.
Consulenza di esperti sui rifiuti nucleari
Lo smaltimento dei rifiuti nucleari è complesso e richiede competenze di alto livello. La gestione sicura del combustibile esaurito e dei rifiuti radioattivi rientra nel quadro delineato dalla direttiva 2011/70/EURATOM del Consiglio europeo. Questa direttiva afferma che è ampiamente accettato a livello tecnico che, al momento presente, lo smaltimento geologico in profondità rappresenta l’opzione più sicura e sostenibile.

Competenze indipendenti

Il progetto SITEX-II, finanziato dall’UE, è stato avviato per sviluppare ulteriormente la rete indipendente esistente in Europa Expertise Function, costituita da un gruppo di esperti organizzativi e non organizzativi. Il progetto si è concentrato sull'estensione delle competenze della rete in merito allo smaltimento geologico sicuro dei rifiuti nucleari.

Il progetto di azione di coordinamento e sostegno ha messo in atto le attività e le modalità di interazione sviluppate in passato dal progetto SITEX precedente (2012-2013). Il nuovo progetto ha assicurato una capacità europea sostenibile per il coordinamento delle attività congiunte relative alla rete Expertise Function.

Gli obiettivi secondari del gruppo includevano la definizione di un programma di ricerca e sviluppo, compresa un’agenda strategica di ricerca, in grado di esaminare un caso di sicurezza per lo smaltimento geologico. In secondo luogo, il gruppo ha sviluppato documenti di posizione e una guida tecnica sull’attuazione dei requisiti di sicurezza.

SITEX-II ha inoltre lavorato per la dimostrazione dei servizi di formazione forniti dalla rete, per sviluppare interazioni con la società civile e sintetizzare i risultati sotto forma di un piano d'azione. «Abbiamo compiuto progressi significativi per allineare gli attori europei di Expertise in materia di smaltimento geologico dei rifiuti radioattivi», afferma la capo progetto, Delphine Pellegrini.

I risultati del progetto riguardavano diversi temi generali e il consorzio ha prodotto l’agenda strategica di ricerca prevista. Il progetto JOPRAD si è avvalso dell’agenda SITEX-II, incentrata su Expertise Function, per valutare la fattibilità di progetti di ricerca congiunti specifici sulla gestione dei rifiuti radioattivi.

Cultura della formazione e della sicurezza

Il gruppo ha inoltre sviluppato un programma di formazione pilota, in merito al quale le parti interessate (comprese le autorità di regolamentazione, le organizzazioni di supporto tecnico e gli enti di ricerca) hanno fornito un prezioso feedback. I partner hanno quindi evidenziato la necessità e il valore della formazione focalizzata sullo sviluppo delle competenze.

I ricercatori di SITEX-II hanno presentato anche una proposta sulla cultura europea comune relativa alla sicurezza e le procedure con cui le parti interessate istituzionali e della società civile possono contribuire a definire tale cultura. La cultura suggerita include lo sviluppo della comprensione reciproca dei problemi di sicurezza e la gestione efficace dei rifiuti radioattivi.

Inoltre, il gruppo ha ideato modi innovativi di condivisione dei problemi e il suo lavoro ha arricchito il concetto di interazione delle conoscenze con la società civile, da usare nei futuri progetti di ricerca dell'UE e nella prossima programmazione congiunta.

Il consorzio ha creato una rete di parti interessate che si occupa del processo di revisione normativa dello smaltimento geologico.

«Abbiamo sviluppato ulteriormente la collaborazione del nostro progetto nel gennaio 2018, con la creazione di un’associazione chiamata SITEX Network», ha aggiunto la dott.ssa Pellegrini. L’associazione offrirà ai suoi 14 soci fondatori la continuità necessaria per sviluppare ulteriormente le competenze di alto livello nel campo della gestione dei rifiuti radioattivi indipendente dagli operatori industriali. La rete fornisce supporto alle autorità responsabili della sicurezza e coinvolge le organizzazioni della società civile.

Come risultato di SITEX e SITEX-II, l'Europa ha sviluppato le proprie competenze nel campo della gestione dei rifiuti radioattivi. Il gruppo ha inoltre assicurato il proseguimento della collaborazione di Expertise Function, il che significa che lo sviluppo delle competenze continua. Pertanto, lo smaltimento dei rifiuti nucleari sarà regolato da standard trasparenti basati sulla comprensione degli esperti.

Keywords

SITEX-II, SITEX, rifiuti nucleari, Expertise Function, gestione dei rifiuti radioattivi, smaltimento geologico, cultura della sicurezza