Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

H2020

Prisma — Risultato in breve

Project ID: 781835
Paese: Svezia
Dominio: Tecnologie industriali, Energia, Cambiamento climatico e Ambiente

L’energia solare migliora l’estetica degli edifici

Un collettore solare termico recentemente sviluppato, destinato a essere integrato nelle facciate degli edifici per migliorarne il valore estetico, genera anche energia per il riscaldamento e il raffreddamento.
L’energia solare migliora l’estetica degli edifici
L’eccessivo consumo di energia elettrica è uno dei principali fattori alla base dei cambiamenti climatici. Circa il 40 % del consumo totale di elettricità nell’UE è causato dai sistemi di condizionamento dell’aria (riscaldamento e raffreddamento) negli edifici, che sono anche all’origine del 36 % delle emissioni di CO2.

Gli attuali sistemi di riscaldamento e raffreddamento sono altamente dipendenti dai combustibili fossili, dato che solo il 16 % dei dispositivi di condizionamento dell’aria funzionano con energia rinnovabile. Migliorare l’efficienza energetica degli edifici, tuttavia, potrebbe ridurre il consumo totale di energia nell’UE del 5-6 % e le emissioni di CO2 del 5 %. Il progetto Prisma, finanziato dall’UE, ha sviluppato un prototipo di collettore solare termico multifunzionale altamente efficiente, interamente basato sull’energia rinnovabile.

Comprendere le esigenze dei clienti

Il dispositivo progettato nell’ambito di Prisma è semplice da installare e può essere utilizzato sotto forma di facciata, elemento decorativo, parapetto o vetrata. Inoltre, riduce i costi energetici annuali nel corso del ciclo vitale di un edificio del 50 %. «Funge da involucro climatico che protegge in modo efficiente l’edificio da riscaldamento o raffreddamento indesiderati, fornendo al contempo riscaldamento solare ai sistemi della costruzione», afferma Flemming Wagner, AD di Asoluna, la PMI svedese che coordina il progetto.

È stato condotto uno studio sulla fattibilità tecnica e commerciale dell’immissione del collettore solare di Prisma sul mercato. «Intendiamo distinguere le esigenze e i bisogni dei nostri interlocutori e individuare il miglior modello di business per sfruttare la tecnologia. Abbiamo anche preso in considerazione la realizzabilità di integrare eventuali funzionalità aggiuntive che i nostri clienti potrebbero desiderare», spiega Wagner.

I ricercatori hanno effettuato alcune analisi delle carenze per scoprire se il prototipo fosse conforme ai riscontri delle parti interessate e l’analisi del rischio ha contribuito a identificare potenziali rischi da un punto di vista commerciale e finanziario. Sono state utilizzate analisi di scala al fine di individuare partner industriali per la produzione delle parti e determinare ciò che è necessario per immettere il prototipo migliorato sul mercato. Analizzando vari modelli di business è stata inoltre concepita una strategia di crescita, che ha dimostrato la fattibilità finanziaria del progetto.

Attraente ed efficiente

Progettato in collaborazione con i più importanti architetti europei in materia di sostenibilità, il collettore solare di Prisma può facilmente ammodernare edifici esistenti. Wagner sottolinea: «Questo sistema conveniente, semplice da installare e adatto a edifici sia nuovi sia vecchi rispetta le disposizioni legislative, le direttive e gli standard per le applicazioni per facciate, è efficiente più o meno all’80 % e protegge le costruzioni da calore, umidità e freddo.»

Il sistema consente inoltre la flessibilità della progettazione e, di conseguenza, soddisfa le specifiche richieste dei clienti. Il suo concetto modulare brevettato permette un’installazione sicura e rapida, che lo fa diventare parte delle facciate degli edifici in condizioni di continuità. Inoltre, la sua durata di funzionamento è paragonabile a quella degli edifici, non costa più dei tradizionali elementi delle facciate e richiede una manutenzione minima.

Grazie allo sfruttamento di una maggior quantità di energia solare termica ci sarà una minore necessità di altre soluzioni di riscaldamento meno ecocompatibili, il che contribuirà a mitigare i cambiamenti climatici. Secondo Wagner, «sino ad ora gli architetti hanno esitato a integrare soluzioni solari termiche nei propri progetti immobiliari, in quanto ritenevano che le soluzioni a loro disposizione fossero esteticamente sgradevoli. Ora questo prodotto dall’aspetto attraente, che può essere effettivamente progettato secondo le proprie esigenze, ribalta la situazione.»

Keywords

PRISMA, solare, termico, collettore, facciata