Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Un nuovo approccio alla resilienza nei sistemi alimentari: andare oltre l’efficienza, con gli occhi puntati su sostenibilità e vulnerabilità

La sicurezza alimentare e nutrizionale è una sfida per tutti noi. Un progetto dell’UE ha esaminato come la combinazione di diversi fattori influenzi la nostra domanda e approvvigionamento di cibo.
Un nuovo approccio alla resilienza nei sistemi alimentari: andare oltre l’efficienza, con gli occhi puntati su sostenibilità e vulnerabilità
Come interagiscono il clima, la dimensione economica e la struttura del mercato, l’approvvigionamento e la domanda, i cambiamenti geopolitici, le preferenze dei consumatori e i modelli di consumo sulla domanda alimentare e sulla produzione di materie prime globale ed europea? Il progetto TRANSMANGO si è proposto di esaminare l’impatto di questi e di altri fattori per valutare la vulnerabilità e la resilienza dei sistemi alimentari europei.

Il dott. Erik Mathijs, coordinatore del progetto, spiega: «La sicurezza alimentare e nutrizionale non riguarda solo l’accesso a una quantità di cibo sufficiente, ma implica anche diete sane ed ecosistemi sostenibili affinché il sistema alimentare risulti resiliente. In Europa sono in costante aumento i problemi legati alla sicurezza alimentare e nutrizionale, all’aumento dell’obesità e agli ecosistemi naturali a rischio».

Il nostro obiettivo in Europa è l’efficienza, spiega il dott. Mathijs, ma questo significa che si pone scarsa attenzione alla vulnerabilità e alla resilienza. TRANSMANGO ha puntato a colmare questa lacuna.

Come reagirà il nostro attuale approccio all’approvvigionamento di cibo in futuro?

I ricercatori hanno esaminato 18 casi di studio affrontando varie questioni quali l’assistenza alimentare, le mense scolastiche, l’accesso ai terreni e l’agricoltura sostenuta dalla comunità, in tutta Europa. La visione e le strategie di questi casi di studio sono state considerate alla luce dei futuri sistemi alimentari europei. «Abbiamo riunito una serie di interlocutori per capire come poter soddisfare le nuove esigenze», afferma il dott. Mathijs.

I casi di studio di TRANSMANGO sono stati analizzati utilizzando strumenti di pensiero sistemico, quali i diagrammi dei circuiti causali, che visualizzano l’interdipendenza tra le forze trainanti che influenzano i risultati del sistema alimentare, nonché i circuiti di retroazione e gli effetti indesiderati di politiche e azioni.

Ne è venuto fuori che i casi di trasformazione finalizzati a rendere i sistemi alimentari più resilienti erano caratterizzati da cinque principi. Il primo principio è riconoscere il diritto al cibo sia dei gruppi tradizionali sia di quelli vulnerabili emergenti, quali i rifugiati. Un secondo principio è che le iniziative resilienti collegano la sostenibilità alla salute umana, cioè, cercano di organizzare sistemi alimentari e diete in un modo che sia positivo per l’ambiente e per la salute umana.

In terzo luogo, le iniziative creano legami più forti tra attori e attività urbane e rurali, beneficiando così del reciproco scambio di idee e risorse. Un quarto principio è che le iniziative resilienti utilizzano sia innovazioni tecnologiche (quali le app) sia innovazioni sociali (nuove modalità di collaborazione) per sostenere le proprie attività. In quinto luogo, queste iniziative prendono una prospettiva diversa sulla resilienza, data la maggiore attenzione alla diversità piuttosto che all’efficienza.

«Il progetto ha stabilito», afferma il dott. Mathijs, «un modello concettuale di sistema alimentare che cattura il suo carattere sistemico, dinamico, politico e incerto». Il gruppo di ricerca ha definito gli scenari futuri a livello sia europeo che nazionale, cogliendo le principali incertezze che il sistema alimentare dell’UE sta affrontando. Essi hanno inoltre sviluppato una serie di strumenti di modellazione di pensiero sistematico e giochi per analizzare sistemi alimentari complessi.

«Guardare alla complessità e alla resilienza richiede approcci interdisciplinari. TRANSMANGO è riuscito a sviluppare approcci integrando varie discipline, quali l’economia, la sociologia e la geografia».

Le intuizioni dei ricercatori hanno fornito spunti alle attività delle parti coinvolte. Un esempio è la “visione della politica alimentare comune”, che è stata prodotta dal gruppo internazionale di esperti sui sistemi alimentari sostenibili, e dai suoi partner, per preparare il Forum UE sull’alimentazione e l’agricoltura del 29-30 maggio 2018.

Keywords

TRANSMANGO, sicurezza alimentare, sostenibile, politica alimentare, politica, resilienza alimentare, nutrizione