Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

H2020

COMPAIR — Risultato in breve

Project ID: 699249
Finanziato nell'ambito di: H2020-EU.3.4.7.1
Paese: Belgio
Dominio: Società, Trasporti

Concorrenza per la gestione del traffico aereo

In precedenza, per la gestione del traffico aereo (ATM, air traffic management) era necessario ricorrere ai monopoli. Tale necessità viene eliminata dai recenti cambiamenti tecnologici: aprire il mercato alla concorrenza potrebbe essere proficuo.
Concorrenza per la gestione del traffico aereo
I servizi di ATM sono stati tradizionalmente ambito di monopoli nazionali, in parte a causa dei costi elevati delle infrastrutture. Il carattere storicamente nazionale dell’ATM ha portato alla situazione inefficiente per la quale oggi l’Europa dispone di molti servizi separati tra loro.

Alcuni sostengono che l’Europa abbia bisogno di un’agenzia federale ATM unica, altri ritengono che aprire il mercato alla concorrenza sarebbe più efficiente rispetto all’istituzione di un grande monopolio. Gli economisti sostengono che, poiché le nuove tecnologie abbassano i costi delle infrastrutture fino al punto in cui le società private possono investire, il mercato dovrebbe essere aperto alla concorrenza.

Il progetto COMPAIR, finanziato dall’UE, ha studiato diversi modi di introdurre gradualmente un tale cambiamento, compresi gli approcci istituzionali e di progettazione del mercato. Il consorzio apparteneva alla grande impresa comune dell’UE per la ricerca sulla gestione del traffico aereo nel cielo unico europeo, destinata a riformare l’aviazione europea.

Introdurre la concorrenza

COMPAIR ha valutato idee rivoluzionarie per introdurre la concorrenza nel mercato dell’ATM europea, in funzione del loro potenziale contributo agli obiettivi del cielo unico europeo. Lo studio ha proposto nuovi progetti di mercato, ha sviluppato un quadro per la valutazione degli impatti e ne ha studiato la fattibilità avvalendosi sia di modelli economici che di modelli di reti.

«Il nostro studio ha identificato e valutato quattro scenari introduttivi», afferma la dott.ssa Eef Delhaye, coordinatrice del progetto COMPAIR. Tali scenari coprono opzioni a breve, medio e lungo termine, dove lungo termine significa dopo il 2050. «Riteniamo che ciascuna opzione si traduca in efficienze per i fornitori di servizi di navigazione aerea (ANSP, air navigation service providers), con benefici chiave quali costi inferiori, aumento della diffusione della tecnologia e, in alcuni casi, persino riduzione della frammentazione dei cieli europei».

Gli investigatori hanno osservato una grande variazione nei processi di consultazione delle parti interessate e nella forma di proprietà degli ANSP tra i paesi. Il progetto ha rilevato differenze significative in termini di costo ed efficienza produttiva, suggerendo un potenziale a breve termine per miglioramenti. La squadra ha raccomandato che tali miglioramenti possano essere raggiunti includendo una gamma più ampia di parti interessate nei consigli di amministrazione degli ANSP.

Per il medio termine, i ricercatori hanno suggerito la disaggregazione e la licitazione. La disaggregazione potrebbe iniziare con la separazione dei servizi di terminale per il traffico aereo, seguita dai servizi di supporto del traffico aereo meteorologico e aeronautico in rotta, e infine l’esternalizzazione del controllo del traffico aereo in rotta. Le precedenti esperienze con la disaggregazione del controllo di terminale hanno dimostrato che sono possibili riduzioni dei costi fino al 40 %.

L’analisi COMPAIR ha riscontrato che la licitazione periodica potrebbe condurre al consolidamento tra gli ANSP. Ciò potrebbe significare uno spazio aereo europeo meno frammentato, una più rapida diffusione di tecnologie e minori oneri derivanti dalle economie di scala.

Infine, la raccomandazione per il lungo termine riguardava operazioni incentrate sui voli o prive di settori. I fornitori ATM competerebbero in base al volo o alla compagnia aerea, anziché a livello locale. La squadra ha anche raccomandato di limitare la quota di mercato per prevenire la nascita di monopoli commerciali.

Studiare l’attuazione

Dopo aver suggerito le opzioni, COMPAIR lavorerà sull’attuazione delle stesse. La prima fase riguarderà l'aumento della consapevolezza del potenziale. Prima di procedere all’attuazione, i ricercatori raccomandano ulteriori studi comparativi, che potrebbero esaminare l’industria aeronautica in altre località e altre transizioni europee da mercati monopolistici.

«La fase più importante di attuazione», ha aggiunto la dott.ssa Delhaye, «riguarderà il mantenimento di un ambiente istituzionale in grado di supportare la concorrenza, a livello europeo e degli Stati membri». In questo contesto, per ambiente si intendono provvedimenti giuridici, ma anche il panorama politico, amministrativo e degli investimenti. «Persino i piccoli passi sarebbero produttivi», ha spiegato.

L’aviazione europea è in una fase di transizione. I suggerimenti raccolti da COMPAIR devono essere valutati e discussi, di per sé e nel contesto di questioni più ampie quali la limitata capacità aeroportuale e la necessità di un piano generale aggiornato per la gestione del traffico aereo. Qualunque sia la sua forma, l’Europa avrà finalmente uno spazio aereo efficiente.

Keywords

COMPAIR, traffico aereo, ANSP, aviazione, gestione del traffico aereo, cielo unico europeo, spazio aereo, aeroporto