Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Gestione sostenibile e transnazionale per le foreste multifunzionali europee

Strumenti di gestione efficaci e adattativi per il settore forestale europeo che supportano e consentono politiche coerenti si affidano a conoscenze accurate basate sulla ricerca. Il progetto SUMFOREST ha rafforzato la cooperazione scientifica per raggiungere questo fine.
Gestione sostenibile e transnazionale per le foreste multifunzionali europee
La gestione delle foreste europee affronta una serie di problemi di uso del suolo, ambientali, climatici e socio-economici a livello locale, regionale e globale. Sebbene non esista una politica forestale comune nell’UE, esistono molte politiche e direttive che esercitano un impatto sul settore forestale europeo. Questo contesto rende la gestione delle foreste in tutta l’UE frammentata, complessa e talvolta contraddittoria.

Il progetto SUMFOREST, finanziato dall’UE, è stato istituito per rettificare questa situazione basandosi sui risultati della ricerca per rafforzare le pratiche di gestione sostenibile delle foreste (SFM, sustainable forest management) fornendo una solida base per le decisioni politiche. Sotto gli auspici della rete dello spazio europeo della ricerca (ERA-NET, European Research Area-Network), la squadra è riuscita a instaurare collaborazioni per il finanziamento della ricerca tra 23 partner, da 15 Stati membri europei, tre Stati associati e due istituzioni internazionali.

Verso la coesione e il coordinamento della politica forestale

A causa della diversità delle specie arboree e degli ecosistemi, le foreste europee offrono un’ampia gamma di beni e servizi. In tempi più recenti, si è andati oltre la tradizionale produzione di legno verso la fornitura di prodotti non legnosi (noci, funghi, bacche, selvaggina ecc.) e servizi ecosistemici che soddisfano le esigenze sociali nei settori relativi alle attività ricreative, alla salute e al benessere. Per loro natura, questi molteplici usi (dalle stesse aree forestali) richiedono un approccio gestito e sostenibile.

Questa diversità significa anche che le foreste sono influenzate in modo diverso da eventi quali i cambiamenti climatici e i cambiamenti d’uso del suolo. Come spiega il coordinatore del progetto, Martin Greimel, «È necessario cogliere queste differenze regionali, sia in termini di ecologia forestale che di uso previsto, in modo che possano essere prese in considerazione durante la progettazione e l’attuazione di regolamenti e politiche, per dare loro una reale possibilità di successo».

La variazione transfrontaliera significa anche che tali soluzioni normative e politiche, insieme alle risorse necessarie, devono essere disponibili a livello regionale, europeo e internazionale. Attualmente, sebbene esistano politiche e normative relative alle foreste a livello europeo, i regolamenti in materia di gestione forestale sono ancora in gran parte sotto la responsabilità degli Stati membri.

Come riassume Greimel, «SUMFOREST è riuscito a comprendere meglio queste differenze e, dopo aver mappato le capacità del settore forestale europeo, ha riunito diversi responsabili politici e parti interessate per trovare soluzioni comuni». Per esempio, un socio (EFI) di SUMFOREST ha creato un gruppo di riflessione sulle politiche europee chiamato ThinkForest.

Esercitare la previdenza nella professione forestale

Oltre a lavorare per migliorare la comprensione dei quadri strategici relativi alle foreste, SUMFOREST ha riunito ricercatori, dipendenti pubblici, rappresentanti della Commissione europea e parti interessate del settore forestale per sviluppare un elenco di questioni emergenti per la ricerca forestale europea, in ordine di priorità.

Queste esercitazioni hanno portato a una relazione che identificava le principali esigenze di informazione dei responsabili delle politiche, portando in definitiva all’invito congiunto SUMFOREST per il finanziamento di proposte di ricerca che potessero sostenere l’ambizione «Foreste sostenibili per la società del futuro».

Oltre a consultazioni regolari con gli Stati membri del comitato permanente della ricerca agricola (CPRA) e il comitato del programma (PC, Programme Committee), SUMFOREST ha sostenuto altresì la cooperazione tra gli organismi finanziatori della ricerca forestale in Europa e oltre. Ciò ha portato direttamente alla creazione, lo scorso anno, del progetto ForestValue, finanziato dall’UE, che ha già lanciato il proprio invito congiunto a presentare proposte di ricerca e include anche la maggior parte dei soci di SUMFOREST.

Keywords

SUMFOREST, sostenibile, gestione, legno, foresta, uso del suolo, ambiente, cambiamenti climatici, transnazionale, politica, diversità, specie, ecosistemi