Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

H2020

NEPHELE — Risultato in breve

Project ID: 645212
Finanziato nell'ambito di: H2020-EU.2.1.1.3.
Paese: Grecia
Dominio: Tecnologie industriali, Economia digitale

Soluzione di rete complete per reti di centri dati a bassa potenza, economiche e scalabili

Servono con urgenza nuove soluzioni di rete per soddisfare la crescente domanda di servizi Internet che ha portato a una crescita esplosiva del traffico di centri dati. Un’iniziativa dell’UE ha costruito un’infrastruttura di rete ottica per combinare favorevolmente un’ampia larghezza di banda con costi e potenza ridotti, in contrasto con le reti di centri dati esistenti.
Soluzione di rete complete per reti di centri dati a bassa potenza, economiche e scalabili
I centri dati consentono oggi tutti i tipi di beni e servizi digitali. La crescente domanda di servizi Internet sta causando un’enorme crescita nel traffico dei centri dati, che devono crescere ed evolversi per far fronte al traffico. Devono inoltre affrontare il problema derivante dall’aumento dei costi dell’elettricità necessari per alimentare sistemi più grandi.

Il progetto NEPHELE, finanziato dall’UE, ha proposto e sviluppato un’infrastruttura di rete ottica dinamica per far fronte a questo problema. «L’odierna società basata sui dati si affida ai centri dati per archiviare e accedere rapidamente a enormi quantità di informazioni», spiega il coordinatore del progetto, il prof. Hercules Avramopoulos. «La tecnologia NEPHELE fornirà una soluzione praticabile per capacità scalabili ininterrotte nei centri dati».

La crescita sta creando sfide enormi per le tecnologie di rete tradizionali, la più scoraggiante delle quali è la scalabilità. A livello di prestazioni, le architetture tradizionali sono progettate per il traffico nord-sud e devono affrontare limitazioni fondamentali per tenere il passo con la domanda di traffico tra i centri dati che si espande lungo l’asse est-ovest.

Mercato dei centri dati in rapida crescita

L’obiettivo principale di NEPHELE era rafforzare la posizione industriale dell’Europa nel campo delle tecnologie di centri dati su cloud, sviluppando un’architettura di interconnessione ibrida scalabile per centri dati dinamicamente riconfigurabili. Si prevede che il mercato delle soluzioni di centri dati incrementerà di quasi il doppio, da 18,56 miliardi di dollari nel 2015 a 32,2 miliardi nel 2020. Molti dei partner industriali del progetto devono detenere quote considerevoli in tutta la catena del valore di questo enorme mercato in rapida evoluzione.

I componenti di rete sviluppati comprendono un’architettura che consente la convergenza della rete su una rete di centri dati ottici Ethernet trasparente. NEPHELE ha sfruttato le tecnologie di componenti fotoniche già commercialmente mature e diffuse. Ancora più importante, è il primo ad estendere le piattaforme di rete software (SDN, Software-defined Network) con funzionalità di accesso multiplo a divisione di tempo, aggiungendo così la capacità di assegnare dinamicamente le risorse di rete direttamente allo strato ottico. Gli algoritmi di allocazione rapida delle risorse sono stati sviluppati e integrati come componenti aggiuntivi della piattaforma SDN.

I ricercatori hanno prestato particolare attenzione allo sviluppo dell’approccio progettuale sui componenti fotonici disponibili in commercio. Ciò è stato fatto per evitare il lungo periodo di maturazione delle tecnologie fotoniche, che potrebbe ostacolare il rapido sfruttamento.

Perfetta integrazione con i sistemi esistenti

NEPHELE è stato anche progettato per adattarsi agli attuali standard e norme del settore, come la compatibilità con gli host Ethernet, in modo che possa integrarsi facilmente nell’ecosistema di reti ottiche esistente.

Utilizzando il prezzo corrente per i principali componenti ottici coinvolti, il costo delle attrezzature NEPHELE può fornire significative riduzioni dei costi, con ulteriori risparmi attesi nella produzione di massa. Si prevede inoltre una riduzione sostanziale del consumo di energia, che riduce drasticamente i costi operativi per l’energia delle apparecchiature di rete e il riscaldamento, la ventilazione e il condizionamento dell’aria.

Il prof. Avramopoulos spiega che NEPHELE ha la potenzialità di rivendicare una larga fetta dei mercati relativi ai centri dati, dalle tecnologie del software del centro dati delle apparecchiature di rete ai dispositivi ottici e alle apparecchiature di archiviazione dei centri dati.

NEPHELE si è concluso con successo nell’aprile 2018, lasciando al consorzio la motivazione per avvicinarsi al mercato e per esplorare ulteriormente i concetti e le tecnologie future dell’architettura di rete dei centri dati.

«Urgono nuove soluzioni di rete per sostenere la crescita espansiva nell’ecosistema del cloud», conclude il prof. Avramopoulos. «NEPHELE si basa sull’enorme capacità dei collegamenti ottici e sfrutta la commutazione ibrida ottico-elettronica per fornire un’elevata capacità a costi e potenza ridotti rispetto alle attuali reti di centri dati».

Informazioni correlate

Keywords

NEPHELE, centro dati, reti di centri dati, traffico di centri dati, infrastruttura di rete ottica