Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

H2020

SOFT — Risultato in breve

Project ID: 791086
Finanziato nell'ambito di: H2020-EU.2.1.1.
H2020-EU.2.3.1.
Paese: Israele
Dominio: Salute, Ricerca di base, Tecnologie dell’informazione e della comunicazione

Applicazione smartphone per lo screening del cancro del colon-retto

Alcuni scienziati europei hanno sviluppato uno strumento basato sulla fotocamera dello smartphone per lo screening tempestivo del cancro del colon-retto. La diagnosi precoce è un fattore fondamentale per la sopravvivenza del paziente.
Applicazione smartphone per lo screening del cancro del colon-retto
L’insorgenza di un​ cancro del colon-retto non produce alcun sintomo, e quando ci si accorge di averlo, potrebbe essere troppo tardi. Il cancro del colon-retto è un tumore a lenta progressione che potrebbe non essere rilevabile nelle prime fasi; sono pertanto necessari test annuali per garantire uno screening efficace e salvavita. L’esame di riferimento per lo screening non invasivo del cancro del colon-retto è il test del sangue occulto nelle feci, che rileva l’eventuale presenza di sangue nelle feci. Il test si basa sul fatto che i tumori cancerosi e alcuni polipi pre-cancerosi sanguinano in modo intermittente nell’intestino.

Nonostante le attuali linee guida che raccomandano lo screening annuale del cancro del colon-retto per i soggetti di età compresa tra 50 e 74 anni, meno del 37 % delle persone all’interno di tale fascia di età esegue test consistenti con tali raccomandazioni. Il motivo principale alla base di questa scarsa conformità del paziente è il fatto che le persone si imbarazzano o sono contrarie alla manipolazione delle proprie feci e al fatto di dover ottenere, conservare e quindi consegnare i campioni per l’interpretazione del laboratorio.

Per affrontare questa sfida, il progetto SOFT, finanziato dall’UE, ha sviluppato un dispositivo per il controllo del cancro del colon-retto, accurato, semplice da usare ed economico. Il metodo SOFT si basa sul rilevamento visivo del cancro del colon-retto asintomatico attraverso l’elaborazione di un’immagine del campione. Un grande vantaggio: non richiede la raccolta e la manipolazione di un campione di feci da parte del paziente, nessuna spedizione lunga e costosa e nessuna interpretazione in un laboratorio. «Il nostro obiettivo era quello di proporre un approccio che potesse salvare vite umane superando l’imbarazzo del paziente e garantendo la conformità dello screening», spiega Yaron Front, coordinatore del progetto e amministratore delegato di SOFT Medical Ltd.

Un dispositivo basato sulla fotocamera dello smartphone

Le proprietà uniche di assorbimento e riflessione della luce da parte del sangue sono ben documentate nella letteratura scientifica. «La soluzione SOFT si basa sul rilevamento e l’analisi delle esclusive firme ottiche del sangue occulto (sangue nelle feci, invisibile ad occhio nudo) per la valutazione del rischio di cancro del colon-retto», continua Front.

La soluzione SOFT utilizza una sequenza di immagini su uno smartphone anziché un test chimico/biologico. In tal modo, elimina gli errori umani associati alla manipolazione, conservazione e consegna dei campioni di feci e degli strumenti. È importante sottolineare che elimina la necessità di analisi di laboratorio.

Implementazione clinica

I ricercatori hanno costruito un prototipo SOFT completamente funzionante contenente tutti i componenti del dispositivo finale. Il prototipo è stato testato con campioni umani e ha dimostrato un’elevata accuratezza di rilevamento, confermando in tal modo l’idoneità del metodo per lo screening del cancro del colon-retto. L’implementazione dell’approccio nella clinica offrirà indubbiamente una migliore assistenza sanitaria alle persone rispetto alle soluzioni esistenti.

La fase successiva del progetto consiste nel convertire il prototipo in un dispositivo commerciale pronto per la produzione di massa e nell’effettuare studi clinici per ottenere l’autorizzazione regolamentare. Particolare enfasi è data allo sviluppo di una soluzione che potrebbe essere approvata dall’UE nei programmi nazionali e locali di screening del cancro negli Stati membri.

Come sottolinea Front, «per sviluppare dispositivi medici all’avanguardia dobbiamo concentrarci su come salvare la vita di centinaia di migliaia di pazienti con cancro del colon-retto diagnosticati ogni anno e superare tutte le sfide, lavorando al di là delle considerazioni di profitto e finanziarie». Indubbiamente, il supporto del programma H2020 ha aiutato il team SOFT a raggiungere il proprio obiettivo e a generare una tecnologia superiore per un rilevamento del cancro del colon-retto più accurato.

Dopo aver tracciato l’accessibilità al mercato in ciascuno degli Stati membri dell’UE, i ricercatori SOFT hanno creato il percorso ottimale per ottenere l’accettazione e la quota di mercato per il dispositivo di screening del cancro del colon-retto. Agevolando la partecipazione dei pazienti al test, Front è fiducioso che il dispositivo di screening SOFT contribuirà in modo significativo alla diagnosi precoce del cancro, riducendo il tasso di mortalità.

Keywords

SOFT, cancro del colon-retto, fotocamera, smartphone