Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

H2020

EUth — Risultato in breve

Project ID: 649594
Finanziato nell'ambito di: H2020-EU.3.6.
Paese: Germania
Dominio: Società, Economia digitale

Strumenti a sostegno della democrazia per i giovani

Una nuova piattaforma aiuta i giovani europei a diventare più attivi a livello politico.
Strumenti a sostegno della democrazia per i giovani
Gli elettori europei stanno perdendo fiducia nella politica; l’affluenza è infatti in diminuzione, soprattutto a livello dell’UE. Per garantire un futuro della federazione a prova di disintegrazione, i suoi cittadini devono essere coinvolti maggiormente.

Inoltre, i giovani sono molto diffidenti delle forme di politica tradizionali e questo gruppo d’età è fra i meno attivi a livello politico, oltre ad essere il più difficile da raggiungere. Il cinquanta percento dei giovani europei non si fida dell’UE e ritiene che stia andando nella direzione sbagliata.

Partecipazione digitale

Per rafforzare la fiducia di questo gruppo d’età nelle istituzioni politiche europee e aumentarne la partecipazione alla politica, l’iniziativa EUth, finanziata dall’UE, ha sviluppato un sistema di partecipazione online. L’idea trainante è che i giovani sono normalmente più a loro agio con gli strumenti digitali e che questi ultimi potrebbero promuoverne il coinvolgimento, consentendo al tempo stesso mobilità e libertà.

Esprimere opinioni su OPIN

Il sistema di EUth, chiamato OPIN, è adattato per permettere ai movimenti giovanili di condurre progetti di partecipazione. Si differenzia dai sistemi di social media perché non è commerciale e inoltre fornisce materiale didattico sulla partecipazione digitale dei giovani. I social, d’altra parte, limitano le funzioni all’esprimere gradimento e commentare e la protezione dei dati che garantiscono è bassissima; è per questo che gli animatori giovanili non possono utilizzare Facebook.

OPIN, invece, dà priorità alla riservatezza dei dati ed è dotato di strumenti di commento, ma anche specializzati per la partecipazione democratica online, fra cui la discussione critica, la definizione dell’agenda, una funzione di mappatura che localizza le questioni, la classifica delle proposte, la revisione collaborativa dei testi e la votazione. Inoltre, OPIN fornisce esercitazioni e orientamenti per riuscire ad attuare progetti di partecipazione, oltre a interfacciarsi con eventi offline.

Il caso dell’elaborazione partecipativa del bilancio in una scuola italiana dimostra come OPIN può funzionare. Alcuni studenti di età compresa fra 15 e 19 anni hanno avuto l’opportunità di partecipare al processo decisionale e di testarne i risultati. Usando OPIN, gli studenti hanno prima proposto, discusso e valutato le idee; successivamente, hanno predisposto dei progetti realizzabili; infine, il gruppo ha votato le varie opzioni. Nel frattempo, gli studenti utilizzavano il sistema per organizzare diverse attività e sessioni informative in presenza.

I ricercatori di EUth hanno analizzato e prodotto una relazione sull’esperimento: durante la componente online, un totale di 446 studenti ha suggerito 27 proposte. Queste ultime hanno prodotto 38 commenti, circa 1 400 «mi piace» e 700 «non mi piace»; un totale di 68 partecipanti ha espresso 52 voti sui progetti selezionati. «Come risultato delle conoscenze acquisite durante il programma», afferma la capo progetto di EUth, Kerstin Franzl, «gli studenti hanno svolto il ruolo di facilitatori durante un incontro per l’elaborazione del bilancio del Comune di Milano.»

Strumenti per le organizzazioni

La piattaforma OPIN è stata sviluppata in un processo di creazione collaborativa coordinato da un laboratorio vivente. Questo polo di coordinamento intendeva aiutare le organizzazioni a istituire progetti di partecipazione digitale mediante l’utilizzo di OPIN.

EUth ha condotto quattro programmi pilota principalmente con ONG giovanili, che hanno istituito dei progetti. Il laboratorio ha sostenuto i progetti pilota nelle loro attività di partecipazione e ha aiutato tutti i partecipanti a valutare il sistema e la piattaforma OPIN. L’attività ha inoltre raccolto dei feedback sulla piattaforma, ad esempio relativi agli errori o a nuove funzionalità necessarie.

Ad aprile 2018, OPIN contava 3 200 utenti registrati di 30 organizzazioni, che insieme avevano dato vita a 180 progetti e 900 nuove idee.

Sebbene il progetto EUth si sia concluso all’inizio del 2018, i suoi strumenti di partecipazione digitale, progettati a livello professionale, resteranno disponibili gratuitamente al pubblico. Attualmente il gruppo responsabile del progetto sta cercando sponsor per mantenere la piattaforma. Le organizzazioni giovanili sono incoraggiate ad aiutare i giovani d’Europa a partecipare.

Keywords

EUth, OPIN, strumento, giovani, europei, politico, online, laboratorio vivente