Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

H2020

EUSPACE-AWE — Risultato in breve

Project ID: 638653
Finanziato nell'ambito di: H2020-EU.2.1.6.1.
Paese: Paesi Bassi
Dominio: Spazio

I giovani europei incoraggiati a puntare alle stelle

Lo studio dello spazio ha forti collegamenti con la scienza, la tecnologia e la cultura, che lo rendono uno strumento educativo unico e completo. Una rete europea ha sfruttato gli aspetti ispiratori dei programmi spaziali e astronomici europei per attirare i giovani verso carriere nel campo dello spazio.
I giovani europei incoraggiati a puntare alle stelle
Il progetto EUSPACE-AWE, finanziato dall’UE, è entrato in contatto con bambini e adolescenti, sia direttamente che indirettamente, per rendere più attraenti gli studi sullo spazio, la scienza e la tecnologia. Gli sforzi e le azioni si sono incentrati su attività ad ampio raggio e risorse educative di alta qualità per diversi gruppi che svolgono un ruolo influente sulle decisioni relative alla carriera.

Il lavoro del progetto mirava a «una migliore comprensione delle aspirazioni di carriera dei lavoratori legati allo spazio, della visione che i bambini hanno dello spazio e della scienza dello spazio e dell’identificazione delle migliori pratiche per stimolare le future generazioni di scienziati spaziali», afferma il prof. George Miley, che ha co-coordinato il progetto con il prof. Pedro Russo, entrambi del Leiden Observatory, Università di Leida, nei Paesi Bassi.

Esplorare in lungo e in largo

Attraverso la sua diffusione e la sua rete di partner in 23 paesi, il progetto EUSPACE-AWE è riuscito a raggiungere direttamente oltre 70 000 persone, comprendenti oltre 4 000 studenti e 5 000 professionisti dell’istruzione.

Sono stati organizzati ben 34 corsi di formazione faccia a faccia per insegnanti in 15 paesi, che hanno contribuito a migliorare il lavoro di circa 500 insegnanti ed esperti di educazione. Inoltre, 2 401 insegnanti provenienti da 68 paesi diversi hanno partecipato e completato la formazione professionale di almeno un grande corso aperto online.

Nel 2016, i partner del progetto hanno ospitato una conferenza di 5 giorni sull’educazione spaziale internazionale. Organizzato in collaborazione con l’Agenzia spaziale europea e con il Galileo Teacher Training Program, l’evento ha riunito 100 educatori professionisti, coinvolgendoli attraverso presentazioni e workshop. Hanno anche ospitato due scuole estive della durata di 6 giorni nel luglio 2016 e 2017 a Maratona, in Grecia. Coinvolgendo circa 50 insegnanti, questi corsi hanno anche aiutato EUSPACE-AWE a valutare l’impatto dei suoi materiali sviluppati.

In linea con l’approccio ad alta priorità del progetto alla valutazione e alla sostenibilità professionale, altre attività di sensibilizzazione hanno incluso eventi di grande impatto per insegnanti e responsabili delle politiche presso il Parlamento europeo.

Ampliate le frontiere della conoscenza

Il team del progetto ha fornito un archivio di risorse didattiche innovative sottoposte a revisione paritaria, tutte accessibili tramite il sito web di EUSPACE-AWE. Un centro dedicato di assistenza per la carriera offre informazioni sulle opportunità nell’esplorazione spaziale e sul potenziale di carriera che esso rappresenta, e due kit di strumenti evidenziano aspetti dei satelliti Galileo e Copernicus. La risorsa «Journey of Ideas» aiuta a costruire un ponte tra la cultura islamica e l’Europa latina evidenziando gli importanti contributi al progresso scientifico degli scienziati islamici.

Un’altra risorsa sviluppata dal progetto è Space Scoop, un servizio di notizie spaziali per i bambini dagli 8 anni in su. Si tratta di uno strumento coinvolgente che può essere utilizzato in classe. È stato anche presentato sul sito web di University Awareness del progetto EU-UNAWE del 7° PQ.

È anche disponibile online una serie di video, che ne comprende uno intitolato «Inspiring Every Child with our Wonderful Cosmo».

EUSPACE-AWE attraverso la sua rete ha organizzato un totale di 160 eventi, comprendenti 14 nodi formali, 4 nodi partner e 6 organizzazioni informali. Oltre 100 di questi erano eventi pubblici e più di 40 erano incentrati sullo sviluppo dei professionisti dell’istruzione all’uso dello spazio in classe. Il simposio Science Diplomacy and International Development ha segnato la chiusura del progetto.

Nuovi lanci in programma

Come sostiene il prof. Miley, «la ricerca spaziale e la conoscenza del nostro universo sono stimolanti ed eccitanti. Molti scienziati e ingegneri si sono interessati alle proprie discipline grazie alla loro precoce esposizione all’affascinante mondo dello spazio». Non sorprende quindi che i partner di EUSPACE-AWE ritengano che «i programmi di educazione e divulgazione che sfruttano la scienza dello spazio abbiano un eccellente rapporto qualità/prezzo».

I risultati del progetto rispecchiano chiaramente questo attraverso gli ampi sforzi della sua rete internazionale e la miriade di risorse onnicomprensive che questa ha fornito ai giovani europei e a tutti coloro che sono coinvolti nel loro percorso educativo.

Il viaggio non termina qui. «Riteniamo essenziale sostenere le nostre reti e i nostri vasti archivi educativi», conclude il professore. «Abbiamo pertanto iniziato a intraprendere iniziative a garanzia di tutto questo, inclusa la presentazione di una nuova proposta, SpaceEDU, allo Space Call di Orizzonte 2020».

Keywords

EUSPACE-AWE, spazio, educazione, scienza, carriera, risorse educative, formazione degli insegnanti