Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

H2020

PHOSave — Risultato in breve

Project ID: 724586
Finanziato nell'ambito di: H2020-EU.2.3.1.
H2020-EU.3.5.
Paese: Italia
Dominio: Tecnologie industriali

Polvere di estintore riutilizzata in fertilizzanti e ritardanti di fiamma

Un progetto finanziato dall’UE ha riciclato il fosfato proveniente dalla polvere esausta degli estintori per produrre fertilizzanti per l’agricoltura e ritardanti di fiamma per il settore del legno.
Polvere di estintore riutilizzata in fertilizzanti e ritardanti di fiamma
La società italiana ProPHOS ha recuperato il fosfato dalle polveri estinguenti esauste con i finanziamenti del progetto di Orizzonte 2020 PHOSave sviluppando un processo ecocompatibile per la rimozione della componente di olio di silicio. Sono stati recuperati il fosfato monoammonico e il solfato di ammonio per l’uso in agricoltura e i ritardanti di fiamma per i pannelli truciolari.

Il processo di riciclaggio comportava la setacciatura dello scarto iniziale per rimuovere parti metalliche e detriti di plastica, quindi l’omogeneizzazione e il lavaggio della polvere estratta e l’estrazione dell’olio di silicio mediante solventi organici. Una seconda operazione ha successivamente rimosso il colorante residuo e qualsiasi contaminante, metalli pesanti, ecc.

I ricercatori hanno studiato diversi assorbenti da utilizzare in questa fase, che vanno da materiali inorganici come argille e zeoliti a materiali organici come materiali a base di lignina o chitosano. ProPHOS ha scelto agenti comunemente usati nell’industria alimentare come il lievito di birra e i batteri dello yogurt per trattare la polvere e rimuovere attivamente l’olio.

Nuovi fertilizzanti per migliori colture

Secondo il coordinatore del progetto e direttore tecnico di ProPHOS Chemicals, Marco Michelotti, PHOSave punta a migliorare la sostenibilità dell’agricoltura introducendo nuovi fertilizzanti innovativi, che soddisfano i requisiti stabiliti dal nuovo regolamento UE sui fertilizzanti. «Abbiamo sviluppato diverse formulazioni di fertilizzanti per varie colture, aggiungendo biostimolante naturale ottenuto attraverso l’idrolisi enzimatica della matrice organica», spiega Michelotti.

Tutti questi composti possono migliorare l’efficienza dei nutrienti della pianta, aumentando così la tolleranza allo stress biotico e abiotico e riducendo il consumo di fertilizzanti. «Il biostimolante influenza positivamente la fisiologia delle piante agendo sulla fotosintesi, la sintesi proteica e la composizione fenolica, arrivando a ridurre significativamente lo stress idrico», prosegue Michelotti.

I principali utilizzatori del settore del legno sono i produttori di pannelli truciolari. PHOSave ha quindi iniziato a testare nuove formulazioni di ritardanti di fiamma per ottenere la più alta classe possibile di resistenza secondo la norma europea EN 13896 e francese AFNOR NF P 92 501.

Benefici economici e ambientali

PHOSave offre notevoli vantaggi per l’ambiente. In particolare, saranno prodotti fertilizzanti liquidi e/o microgranulati con superficie maggiore e maggiore omogeneità, aumentando in modo significativo la produttività delle colture. «Ogni tonnellata di fertilizzante prodotta con materiale riciclato consentirà di risparmiare circa 500 kg di materie prime e di evitare l’emissione di circa 480 kg di CO2 e l’uso di circa 430 metri cubi di acqua», afferma Michelotti.

Inoltre, i dati ufficiali delle associazioni di categoria mostrano che nella sola Italia ci sono almeno 10 milioni di chilogrammi di polveri estinguenti esauste non correttamente smaltite, nonostante siano definite «rifiuti speciali». Ciò è in parte dovuto al costo proibitivo, la cui componente principale è il trasporto. «Le stime a livello UE indicano che il quantitativo annuo di polveri estinguenti esauste che richiedono trattamento e smaltimento è di 100 milioni di chilogrammi», osserva Michelotti. «PHOSave contribuirà a combattere i processi illegali di smaltimento o di riutilizzo di polvere estinguente esausta, che attualmente sono un problema in Europa».

Il progetto ha già ricevuto diverse manifestazioni di interesse da parte di organizzazioni internazionali pertinenti che operano nel campo dei fertilizzanti, dei prodotti chimici per l'agricoltura e dei ritardanti di fiamma per il settore dei pannelli in legno. Inoltre, aumenterà la competitività delle PMI e la crescita dell’occupazione nel mercato della gestione e dello smaltimento dei rifiuti.

Keywords

PHOSave, fertilizzante, ProPHOS, fosfato, estintore, ritardante di fiamma, biostimolante, gestione dei rifiuti