Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

FP6

FORCETOOL — Risultato in breve

Project ID: 13684
Finanziato nell'ambito di: FP6-NMP
Paese: Spagna

Importanti progressi nell'analisi su nanoscala

Strumenti e metodi più precisi per l'analisi di superfici su nanoscala sono già in commercio negli Stati Uniti grazie a un programma finanziato dall'UE. Si potenzieranno i processi industriali in molte applicazioni e numerosi settori.
Importanti progressi nell'analisi su nanoscala
I metodi di utilizzo di materiali in prodotti sofisticati, dai dispositivi medici alle parti degli aerei, sono avanzati notevolmente. Con la nascita della nanotecnologia è ora particolarmente importante poter analizzare e gestire superfici biomolecolari e polimeriche che offrono proprietà uniche a livello di nanoscala.

Il progetto Forcetool (Multipurpose Force Tool for Quantitative Nanoscale Analysis and Manipulation of Biomolecular, Polymeric and Heterogeneous Materials), finanziato dall'UE, ha sviluppato una strumentazione multiuso per analizzare queste nuove superfici. Puntava a mapparne la topografia, a esaminarne la composizione e a testarle su aria o liquido per garantire la funzionalità in diversi ambienti industriali. Lo strumento ideato analizzerà le superfici a risoluzione molto elevata e sarà compatibile con i microscopi a forza atomica esistenti.

Forcetool ha progettato, prodotto e testato con successo diversi prototipi di eccitamento/rilevamento di microscopi a forza atomica (AFM) bimodali. Questa attrezzatura osserverà chiaramente le proteine (anticorpi) in ambienti con aria e liquido. Funziona con diverse forze meccaniche ed elettrostatiche e tipi di cantilever usando diversi campioni (biomolecole, polimeri e materiali stratificati). La strumentazione presenta inoltre una sensibilità di circa 0,2 pN, 10 volte superiore rispetto ai AFM convenzionali. Può funzionare ad armonica superiore e offre immagini a risoluzione maggiore nei liquidi.

L'equipe di progetto ha inoltre sviluppato un metodo per identificare la dissipazione di energia su nanoscala, molto utile per caratterizzare film di polimeri sottili.

La metodologia e la strumentazione ottenute hanno attirato l'interesse di molte aziende che desiderano sfruttare la tecnologia, incluse Asylum Research negli Stati Uniti, Nanotec in Spagna e ScienTec in Francia. Nel 2007 Asylum Research ha acquisito i diritti per commercializzare i concetti AFM bimodali del progetto e ha messo la strumentazione a disposizione sul mercato, a dimostrazione del successo del progetto.

Informazioni correlate