Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

FP6

AQUAS — Risultato in breve

Project ID: 15105
Finanziato nell'ambito di: FP6-SUSTDEV
Paese: Spagna

Progettazione di aziende di allevamento ittico più economicamente sostenibili

Il rapporto tra acquacoltura e qualità dell'acqua è a due direzioni e ogni parte influisce sull'altra, a volte in modo positivo e a volte in modo negativo. Fortunatamente un programma di ricerca europeo sta gettando luce su queste acque torbide.
Progettazione di aziende di allevamento ittico più economicamente sostenibili
L'acquacoltura è uno dei pochi settori in crescita in questo periodo di difficoltà economica. È necessario prestare attenzione per garantire che la crescita non sia eccessiva, dato che gli impatti ambientali, quali marea rossa ed eutrofizzazione, continuano a danneggiare la sua reputazione.

L'acquacoltura è inesorabilmente collegata alla qualità dell'acqua, ma non si sa molto su questo rapporto complesso. Sono stati stanziati fondi UE per studiare questo aspetto nell'ambito del progetto Aquas (Water quality and sustainable aquaculture: links and implications).

Questo rapporto basato sui compromessi tra acquacoltura e qualità dell'acqua è stato studiato in tre siti dove vengono allevati diversi tipi di pesci e crostacei. Non sono stati analizzati solo campioni di acqua e sedimenti in riferimento a diversi parametri, ma sono stati raccolti anche dati su tempo, onde e aspetti finanziari.

Una valutazione approfondita dei dati, incluse simulazioni numeriche, ha prodotto diverse importanti raccomandazioni per l'acquacoltura sostenibile. Ad esempio è necessario ridurre al minimo la densità delle specie per evitare malattie ed eliminare la necessità di introdurre antibiotici nel sistema. Un altro errore comune è la sovralimentazione. Una migliore gestione alimentare non consente solo di evitare un accumulo inutile di nutrienti nelle vicinanze delle aziende ittiche, ma consente anche ai piscicoltori di risparmiare.

In termini di guida per il futuro, si potrebbe anche armonizzare meglio la legislazione a livello regionale, nazionale e internazionale. Inoltre, nonostante in alcune regioni siano già presenti programmi di sorveglianza ambientale (PSA), si potrebbero coordinare meglio in riferimento a una raccolta dati armonizzata e si potrebbe ampliarne la copertura geografica.

I tentativi di migliorare la qualità dell'acqua non sono solo a vantaggio dell'ambiente e dell'ecosistema locale, ma possono anche contribuire al miglioramento della produttività delle aziende ittiche.

Informazioni correlate