Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Accendiamo le luci!

Un sistema misto di energia solare e convenzionale potrebbe offrire energia sufficiente per alimentare villaggi remoti. Un nuovo programma UE ha contribuito a portare questa tecnologia in diversi paesi mediterranei.
Accendiamo le luci!
Una tecnologia innovativa basata su reti solari ibride multiutente (MSG) e combustibili fossili ha offerto alle aree remote dell'Europa un notevole aumento di energia elettrica. Ora è possibile trasferire la stessa tecnologia nel sole del Mediterraneo per alimentare i villaggi non solo con l'illuminazione.

Il progetto Cresmed (Cost efficient and reliable rural electrification schemes for South Mediterranean countries based on multi user solar hybrid grids), finanziato dall'UE, si è occupato della fornitura di elettricità alle aree rurali attorno al Mediterraneo.

Mentre l'energia solare tradizionale può alimentare praticamente solo l'illuminazione, questo sistema ibrido potrebbe offrire alle comunità rurali energia a sufficienza per un notevole miglioramento della qualità della vita. Dopo il successo di alcune applicazioni in Europa, Cresmed puntava a sviluppare micro-reti di energia nei villaggi e a introdurre strumenti gestionali per il loro funzionamento tramite tecnologie di comunicazione high-tech come i satelliti. Era necessaria una solida ricerca nei paesi ospiti sugli aspetti sociali, economici, finanziari e tecnici che influiscono sull'adozione dei nuovi sistemi.

Al termine di una ricerca approfondita, Cresmed ha contribuito ad adattare i sistemi per utilizzarli in modo affidabile ed efficace nei climi caldi e polverosi dei Paesi partner mediterranei (PPM) dell'UE, inclusi Algeria, Giordania, Libano e Marocco. Il progetto ha anche supportato lo sviluppo di un sistema remoto di telemonitoraggio che consenta il funzionamento e la manutenzione senza dover visitare il sito remoto. Anche il perfezionamento dei sistemi di gestione del carico elettrico è stato adattato per la regione e le sue realtà rurali.

Al termine dell'analisi, questa tecnologia si potrà adottare completamente in altri paesi del terzo mondo per offrire un sollievo così necessario alle popolazioni rurali. I vantaggi generali di questo sviluppo potrebbero offrire alle persone sia uno sviluppo economico che la sostenibilità delle aree remote, dando alle comunità locali la spinta necessaria.

Informazioni correlate