Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

FP6

INTRO — Risultato in breve

Project ID: 12344
Finanziato nell'ambito di: FP6-SUSTDEV
Paese: Svezia

Una tecnologia con sensori per rendere le strade più sicure

Un sistema di sensori fissi e mobili sulla strada può avvertire che ci si trova in zone ad alto tasso di incidenti e così tenere gli automobilisti più al sicuro.
Una tecnologia con sensori per rendere le strade più sicure
Trasporti stradali efficienti e sicuri sono fondamentali per il benessere della società, dell'economia e dell'industria. La maggiore richiesta di strade, il maggiore carico sull'asse, un aumento delle merci trasportate, i continui incidenti e le preoccupazioni per la sicurezza stradale hanno spinto i governi a cercare metodi high-tech per affrontare la questione.

Il progetto INTRO ("Intelligent roads"), finanziato dall'UE, ha studiato come questi problemi possono essere risolti attraverso una tecnologia con sensori, con particolare attenzione alla sicurezza, la capacità, la manutenzione e il funzionamento della strada.

Il progetto ha cercato di combinare la tecnologia di sensori esistente con i database locali e con reti in tempo reale per migliorare la sicurezza e la capacità stradale. Questo si potrebbe ottenere raccogliendo e distribuendo agli enti responsabili della manutenzione e agli automobilisti commenti sui problemi stradali che si presentano.

INTRO ha descritto accuratamente scenari di trasporto stradale con tutte le possibili situazioni e fattori che possono essere utili per creare un sistema di "strade intelligenti". Ha dimostrato come questi scenari possono essere gestiti e ha pubblicato le relative raccomandazioni per controllare le condizioni previste.

Un aspetto fondamentale del progetto era la sicurezza stradale, come le sezioni di strada a basso attrito che non possono essere notate dagli utenti della strada e che rappresentano un grande rischio. INTRO ha studiato gli extended floating car data (xFCD), che determinano il traffico sulla strada in base alla velocità, la direzione di marcia e le informazioni temporali provenienti dai telefoni cellulari che si trovano nei veicoli. Sono state prese in considerazione anche le distanze di frenata, così come l'interfaccia uomo-macchina per informare gli automobilisti riguardo le zone a basso attrito.

Un altro aspetto importante è stata la gestione dell'infrastruttura, cioè il funzionamento e la manutenzione efficienti della rete stradale. Questo richiede informazioni in tempo reale sulle condizioni della strada ottenute usando sia sensori stabili (strade, ponti, marciapiedi) e sensori mobili (veicoli sonda) per raccogliere i dati.

La tecnologia studiata ha mostrato un potenziale particolarmente notevole nelle zone rurali dove gli incidenti dovuti all'alta velocità si verificano più frequentemente. I risultati possono aiutare i politici e le parti coinvolte a sviluppare e sfruttare questa nuova tecnologia per creare in Europa un'infrastruttura stradale più sicura.

Informazioni correlate