Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

FP6

LARCIS — Risultato in breve

Project ID: 19757
Finanziato nell'ambito di: FP6-SUSTDEV
Paese: Germania

Materiali più sottili per i moduli solari

Lo sviluppo e la produzione commerciale di materiali per il risparmio energetico sono indispensabili per il progresso delle applicazioni fotovoltaiche. Grazie a un progetto finanziato dall'UE, i progressi della conoscenza abbinati al know-how tecnico possono diventare tangibili e implementabili a larga scala.
Materiali più sottili per i moduli solari
Il progetto Largis ("Large-area CIS based thin-film solar modules for highly productive manufacturing") si proponeva lo sviluppo di tecnologie di produzione efficienti per moduli solari in film sottili in rame, iridio e selenio (CIS), riducendo i costi e producendo in grandi aree moduli solari in film sottili CIS stabili, efficienti ed ecocompatibili. I membri del team prevedevano che il sostegno a questa tecnologia per il risparmio energetico avrebbe contribuito ai progressi nelle applicazioni del mercato fotovoltaico.

Vari sono stati gli oggetti di studio: contatto posteriore del molibdeno, strato tampone (buffer), assorbitore CIS e controllo della qualità e dei processi. I partner del progetto sono riusciti a dimostrare l'enorme potenziale degli strati tampone in solfuro di indio 3 evaporato in un processo industriale, rivelandone le potenzialità a formare dispositivi ad elevata efficienza e giunzioni di elevata qualità. Ciononostante, occorre ulteriore lavoro per risolvere particolari difficoltà connesse all'implementazione industriale.

Lo sviluppo della tecnologia in bisolfuro di rame indio promette aumenti del rendimento delle celle CIS a larga scala, mentre l'inserimento del gallio può essere migliorato modificando le relative procedure.

Le conoscenze acquisite, relative alla stabilità del bagno, all'influsso della resistività del molibdeno e ai fenomeni di trasferimento di massa, hanno offerto l'opportunità di creare una produzione in serie pre-pilota, tramite co-deposizione e impilamento e un processo per le celle in bisolfuro di rame indio.

L'impegno profuso nel progetto Larcis ha prodotto lo sviluppo di una tecnologia priva di cadmio che sulla base dei risultati sperimentali è in grado di aumentare l'efficienza dei moduli solari CIGS in seleniuro di rame, indio e gallio. L'applicazione di uno strato privo di cadmio su CIGS elettrodepositato ha esibito un aumento dell'efficienza del modulo. Anche gli studi sull'elettrodeposizione si sono rivelati efficaci nel ridurre i costi dei materiali e delle apparecchiature per l'assorbimento del deposito di strato, grazie a uno strato CIGS più sottile, anche se non sono stati riscontrati miglioramenti nell'efficienza delle soluzioni CIGS.

Informazioni correlate