Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Terreno fertile per la gestione dei rifiuti

Le tecnologie di gestione alternativa dei rifiuti non solo riducono l'inquinamento e le emissioni ma possono anche dare luogo ad energia rinnovabile e a nuovi fertilizzanti.
Terreno fertile per la gestione dei rifiuti
In un mondo di risorse in diminuzione e di aumento dell'inquinamento, la gestione dei rifiuti rappresenta un campo di importanza cruciale. La "digestione anaerobica", nella quale i microorganismi distruggono il materiale biodegradabile in assenza di ossigeno, viene utilizzata per trattare i rifiuti e il liquame. Quando è integrata in un sistema completo di gestione dei rifiuti, la digestione anaerobica riduce l'emissione di gas nelle discariche. Il processo viene anche ampiamente utilizzato come fonte di energia rinnovabile, cioè biogas.

Il progetto NIREC ("Efficient removal and recycling of nitrogen from organic waste as fertiliser"), finanziato dall'UE, ha cercato di sviluppare un metodo sostenibile per il recupero e il riciclo di alimenti nei rifiuti nella digestione anaerobica. Inoltre, il progetto ha convertito i residui e i sottoprodotti in prodotti commerciabili.

Il progetto ha fatto ricerche e sviluppato tecnologie alternative su scala di laboratorio, comprese quelle relative al pre-trattamento, alla rimozione diretta di azoto dal digestore anaerobico, al perfezionamento della tecnologia di separazione per residui asciutti solidi e liquidi con basso materiale organico e al trattamento dei residui solidi anaerobici per sviluppare un prodotto fertilizzante commerciabile. Questo ha portato alla creazione di numerosi impianti pilota per verificare la possibilità di portare su scala industriale diverse tecnologie.

Alla sua conclusione NIREC, che è stato attuato da piccole e medie imprese (PMI) a proprio vantaggio, ha sviluppato una soluzione integrata, "a emissioni zero", utilizzando residui solidi e liquidi concimati che potessero essere riciclati. Il progetto ha inoltre analizzato il potenziale del mercato, la fattibilità economica e lo stato legale dei residui trattati.

Informazioni correlate