Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Quanto è sicuro il tuo aeroplano?

La manutenzione dei velivoli e in particolare le attività di manutenzione non programmate, possono rappresentare fino al 20% dei costi operativi diretti per l'operatore degli aerei. La spesa è relativa non solo a ciò che è richiesto per aggiustare i componenti guasti, ma anche ai guadagni persi a causa di ritardi e cancellazioni.
Quanto è sicuro il tuo aeroplano?
C'è ancora molto da migliorare. Il progetto TATEM ("Technologies and techniques for new maintenance concepts"), finanziato dall'UE, ha cercato di valutare le tecnologie in grado di aumentare l'operabilità dei velivoli, trasferendo la manutenzione non programmata e aumentando l'efficienza totale e l'efficacia del processo di manutenzione.

I ricercatori si sono concentrati sulla salute del velivolo per quanto riguarda il suo controllo tramite una diagnostica migliorata e strumenti di previsione, e attraverso una gestione che comprende la valutazione dei rischi della missione. Dato che i meccanici dei velivoli spendono circa il 30% del proprio tempo a cercare di accedere a informazioni di importanza vitale e che l'errore umano durante la manutenzione contribuisce a circa il 15% degli incidenti aerei, i ricercatori hanno evidenziato la necessità di un sistema integrato di gestione dei dati come il futuro per i sistemi di informazione sulla manutenzione (MIS).

Di conseguenza, i ricercatori hanno proposto un'architettura di manutenzione diagnostica distribuita, che consente una migliore localizzazione dei difetti. Hanno inoltre sviluppato una piattaforma di gestione dei dati (DMP) che incorpora una tecnologia di informazione a bordo all'avanguardia per la trasformazione e la presentazione dei dati.

Il progetto TATEM ha identificato la necessità di una migliore comprensione dei fattori umani nell'implementazione degli sviluppi tecnologici. In particolare, i ricercatori hanno evidenziato il ruolo importante delle tecnologie di supporto della squadra a terra nell'automatizzazione dei processi della flotta, per ridurre il carico di lavoro e aumentare l'efficienza di manutenzione. Inoltre, altri problemi nati in seguito agli sviluppi tecnologici richiedono cambiamenti nell'organizzazione strutturale delle compagnie o perfino di intere industrie.

Riassumendo, i ricercatori hanno concluso che il monitoraggio e la gestione implementati da uno schema integrato di gestione delle imprese può potenzialmente ridurre in modo significativo i costi operativi relativi alla manutenzione dei velivoli. L'implementazione dei risultati dovrebbe avere effetti positivi sulla sicurezza dei consumatori, sulla soddisfazione dei lavoratori meccanici delle linee aeree e sul profitto aziendale, dando una spinta significativa all'industria aerea europea.

Informazioni correlate