Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

FP6

SEEWEC — Risultato in breve

Project ID: 19969
Finanziato nell'ambito di: FP6-SUSTDEV
Paese: Belgio

Lo sviluppo sostenibile dell'energia delle onde

Nell'ambito di un'iniziativa relativa a un programma di sviluppo sostenibile dell'UE, è stata analizzata e sviluppata l'energia delle onde come fonte di energia pulita ed economica,
Lo sviluppo sostenibile dell'energia delle onde
che potrebbe essere utile all'Europa per allentare la dipendenza dall'importazione di combustibili fossili, responsabili del riscaldamento globale dovuto al rilascio di gas serra, ad esempio il biossido di carbonio (CO2). L'Europa ha cercato di ridurre le emissioni di gas serra sfruttando maggiormente le fonti di energie rinnovabili.

Con il progetto Seewec ("Sustainable economically efficient wave energy converter") sono state sviluppate soluzioni convenienti per la produzione di energie rinnovabili. L'iniziativa ha coinvolto i ricercatori, che hanno realizzato un convertitore di energia delle onde (WEC) galleggiante denominato FO3, che è stato installato in prossimità della costa. L'apparecchiatura finale comprendeva un singolo adsorbitore puntiforme collocato sotto una piattaforma galleggiante particolarmente semplice ed economica da realizzare, gestire e smaltire.

I partner del progetto hanno valutato vari fattori, ad esempio l'installazione, l'impatto ambientale e la generazione di energia, per garantire la fattibilità economica del WEC (Wave Energy Converter). Le caratteristiche delle onde e della costa sono state studiate attentamente per determinare il sito di installazione più adatto, e l'iniziativa ha implicato l'installazione in due siti, i cui dati sono stati esaminati attentamente per garantire un costante miglioramento delle apparecchiature. Nello studio sono stati inclusi anche i dati di una precedente ricerca sul campo.

I ricercatori hanno condotto ampi test sui materiali alternativi per la produzione a larga scala di boe ad adsorbimento; la piattaforma e l'adsorbitore puntiforme sono stati analizzati tenendo conto anche dei risultati ottenuti in condizioni ambientali e pressioni idrodinamiche estreme. È stata determinata la cattura ottimale dell'energia degli adsorbitori puntiformi ed è stata studiata l'apparecchiatura con una singola boa tramite un modello computerizzato.

Sono state studiate diverse tecniche per ridurre al minimo gli effetti dell'ormeggio sulla cattura dell'energia e per determinare le differenze tra sistemi ormeggiati a piattaforma singola e combinata; è stata determinata, inoltre, la disposizione delle apparecchiature del parco WEC per ottenere un equilibrio ottimale tra un'elevata cattura di energia e il basso carico delle onde, ed è stata esaminata l'interconnessione della griglia in relazione all'inerzia del sistema, alla regolazione della tensione e al controllo della potenza reattiva o LVRT (Low Voltage Ride Through).

Le conoscenze acquisiste con il progetto Seewec saranno utili per lo sviluppo dei WEC futuri, per l'energia mareomotrice e l'energia eolica d'alto mare, e per contribuire a ridurre al minimo la dipendenza dell'Europa dai combustibili fossili.

Informazioni correlate