Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

FP6

EPI-VAC — Risultato in breve

Project ID: 12168
Finanziato nell'ambito di: FP6-LIFESCIHEALTH
Paese: Italia

Nuovi epitopi per un vaccino efficace contro l'HIV

La ricerca è rivolta a nuovi peptidi, in grado di neutralizzare gli effetti del virus dell'immunodeficienza umana (HIV). Il risultato finale sarà un vaccino efficace, il Santo Graal di cui sono alla ricerca gli scienziati da circa tre decenni.
Nuovi epitopi per un vaccino efficace contro l'HIV
Il problema odierno di trovare un vaccino HIV realmente profilattico deriva dalla difficoltà di individuare immunogeni che diano luogo ad anticorpi ampiamente neutralizzanti. In generale, un anticorpo neutralizzante è qualsiasi anticorpo in grado di annullare l'effetto di un antigene o di un organismo infettivo.

Lo scopo del progetto EPI-VAC ("Identification of novel HIV-1 epitopes as vaccine candidates") era quello di spianare la strada ad un vaccino efficace, individuando peptidi e proteine responsabili per la stimolazione di una risposta immunitaria. I nuovi immunogeni non tossici possono essere sintetizzati per essere incorporati nei vaccini.

Gli scienziati del progetto EPI-VAC hanno isolato proteine immunogene che soddisfano i criteri necessari per la produzione di anticorpi neutralizzanti. Alla chiusura del progetto, i ricercatori hanno convalidato le risposte immunitarie su esemplari di coniglio.

Il passo successivo è rappresentato dalla conduzione di test immunologici su esemplari di scimmia affetti dal virus dell'immunodeficienza delle scimmie (SIV), prima che gli immunogeni siano lanciati sul mercato sotto forma di vaccini. Altrimenti noto come virus delle scimmie verdi africane, il SIV è considerato il precursore dell'HIV, avendo attraversato la barriera di specie. Saranno necessari ulteriori finanziamenti per eseguire prove con esemplari di primati non umani.

Un nuovo tipo di vaccino contro l'HIV sulla base di nuovi peptidi è di primaria importanza per le autorità sanitarie di tutto il mondo. Attualmente è in corso una collaborazione per ulteriori sviluppi e ricerche sui vaccini, mentre vi sono brevetti in attesa di rilascio inerenti alla tecnologia impiegata e alle proteine immunogene.

Informazioni correlate