Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

FP6

AIM — Risultato in breve

Project ID: 506301
Finanziato nell'ambito di: FP6-CITIZENS
Paese: Germania

È tempo di buone notizie

L'informazione sull'UE è spesso scadente o distorta. Nuove scoperte rivelano il motivo alla base di questo fenomeno e contribuiscono a formulare metodi per la creazione di notizie di qualità.
È tempo di buone notizie
I giornali e la televisione nell'UE hanno una forte influenza sui messaggi positivi e negativi relativi ai paesi dell'Unione europea. I fautori del progetto AIM ("Adequate information management in Europe"), finanziato dall'UE, hanno studiato i metodi e i sistemi utilizzati nella produzione di notizie di routine sull'UE.

L'obiettivo dell'iniziativa consisteva nella valutazione delle modalità di copertura dell'UE e di modellazione della sfera pubblica europea da parte di giornalisti, editori e media. Nell'ambito del progetto AIM, è stata condotta un'analisi dell'agenda di notizie finalizzata all'esatta comprensione del processo di trasformazione di una questione dell'UE in notizia. È stata inoltre esaminata l'interazione tra la vita politica e l'accesso alle informazioni quale componente importante della democrazia.

L'iniziativa era pertanto finalizzata al rafforzamento della trasparenza, dell'attendibilità e della legittimità del sistema politico nell'UE mediante l'analisi dei risultati, dell'efficacia e dei punti deboli dei mass media in Europa. È stata identificata una serie di aree problematiche relative ai media e alle istituzioni politiche alle quali è necessario rivolgersi al fine di rafforzare la copertura delle notizie.

I fautori del progetto AIM hanno notato che l'UE era coperta principalmente da giornali nazionali e ciò comprometteva le informazioni sul continente. È stato inoltre messo in evidenza il fatto che, mentre l'UE è legata direttamente alla copertura nazionale, le notizie ad essa relative sono ancora considerate politica estera e si trovano in una situazione di concorrenza rispetto alle informazioni provenienti da altre regioni del mondo.

Relativamente alle istituzioni politiche, gli esperti hanno scoperto, mediante il progetto AIM, che le controversie all'interno dell'UE vengono raramente a galla nei media e che al pubblico viene presentata solo una visione ammorbidita della realtà effettiva della Commissione europea. È stato inoltre scoperto che le istituzioni dell'UE bombardano i media con dati irrilevanti non conformi alle priorità giornalistiche e che esulano dalla vita di tutti i giorni dei cittadini europei. Infine, gli esperti hanno osservato che i politici locali dipingono l'UE da una prospettiva nazionale trasformando spesso Bruxelles in un vero e proprio capro espiatorio e, andando, di conseguenza, contro gli interessi dell'UE.

Alla luce di queste scoperte, il progetto ha messo in evidenza la necessità di una migliore formazione in ambito giornalistico e suggerito nuove metodologie innovative per la produzione delle informazioni europee. I vantaggi di tali raccomandazioni, qualora presi in considerazione, potrebbero condurre a notizie di qualità più pertinenti ed equilibrate.

Informazioni correlate