Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

FP6

APOTHERAPY — Risultato in breve

Project ID: 37344
Finanziato nell'ambito di: FP6-LIFESCIHEALTH
Paese: Grecia

Indurre la morte di cellule tumorali

I tumori promuovono la loro sopravvivenza eludendo la morte apoptotica. Un'iniziativa europea ha sviluppato un nuovo approccio verso il cancro, proponendo una molecola proapoptotica alle cellule tumorali in combinazione con inibitori delle vie di segnalazione antiapoptotiche di trasduzione.
Indurre la morte di cellule tumorali
L'apoptosi difettosa rappresenta una delle principali cause di sviluppo e progressione del cancro. La capacità delle cellule tumorali di sfuggire alla morte cellulare programmata ha lasciato perplessi gli scienziati per decenni e ha ostacolato l'efficienza di molti regimi terapeutici. Gli sforzi della ricerca si sono concentrati sulla comprensione dei meccanismi di apoptosi e sullo sviluppo di strategie per indurre selettivamente l'apoptosi nelle cellule tumorali.

Accanto a tale nozione, il progetto Apotherapy (ʺCD40 ligand-based modalities for the treatment of solid tumoursʺ), finanziato dall'UE, ha tradotto la ricerca di base sui principali percorsi apoptotici in strumenti per combattere il cancro. Più specificamente, il progetto ha sfruttato la diffusa espressione di CD40, un membro della famiglia del recettore TNF, nei tumori umani e ha sviluppato le modalità basate sul ligando CD40 ad alto potenziale terapeutico.

L'apoptosi può essere indotta attraverso l'interazione del CD40 sul tumore con ligando CD40L trovato su cellule T. Questo impegno viene aumentato in presenza di inibitori della fosfoinositide 3-chinasi (PI3)/via del segnale cellulare AKT, spesso attivato nei tumori umani.

I partner del progetto Apotherapy hanno sviluppato nuovi antagonisti della PI3 chinasi e valutato in vitro e in vivo gli effetti sulla crescita del carcinoma e delle metastasi. Di particolare interesse è stato lo sviluppo di un nuovo inibitore specifico PDK1 con significativi effetti antitumorali.

L'applicabilità clinica e la validità di questa strategia anticancro è stata dimostrata da un piccolo studio clinico condotto su pazienti affetti da cancro alla vescica. I risultati di questo studio clinico apriranno la strada per i futuri studi clinici di fase 1 del concetto proposto dal progetto Apotherapy.

Informazioni correlate