Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

FP6

DIFIS — Risultato in breve

Project ID: 516360
Finanziato nell'ambito di: FP6-SUSTDEV
Paese: Paesi Bassi

Un termine alle fuoriuscite di petrolio sott'acqua

I disastri in mare dovuti alle fuoriuscite da petroliere o navi che affondano sui fondali marini possono danneggiare irreparabilmente gli ecosistemi. Una nuova tecnologia per il recupero del petrolio prospetta la possibilità di modificare questo fosco scenario.
Un termine alle fuoriuscite di petrolio sott'acqua
Spesso si verificano naufragi di petroliere, dovuti a vari motivi, che determinano un gravissimo inquinamento dei mari e degli ecosistemi circostanti. Il progetto DIFIS ("Double inverted funnel for intervention on ship-wrecks"), finanziato dall'UE, si proponeva di recuperare gli idrocarburi da navi affondate in acque molto profonde.

Il sistema è dotato di una cupola realizzata in tessuto e di un tubo montante realizzato in materiale flessibile e solido filo metallico sintetico. Comprende anche una campana respingente posta a 50 metri sotto il livello del mare per mantenere il galleggiamento del tubo montante. Si tratta di un sistema passivo, robusto ed economicamente conveniente che richiede solo un monitoraggio periodico e la rimozione del petrolio raccolto.

L'installazione del sistema richiede uno studio del sito per identificare relitti, il posizionamento di ancoraggi e il lancio della cupola, cui fa seguito la costruzione e la discesa del tubo montante. Dopo tale operazione si dispiega la cupola e si installa la campana respingente; a questo punto sarà possibile infine scollegare il sistema dall'imbarcazione usata per l'installazione.

Per garantire la praticabilità dell'idea, sono stati effettuati numerosi test sul movimento, i carichi, la tensione sulle cime di ormeggio e il tubo di scarico, tra gli altri componenti. Sono stati effettuati test più severi in relazione alla sopravvivenza, l'operatività, lo scarico e l'installazione. Tutti i test hanno conseguito esiti positivi, dimostrando che il sistema risulta molto promettente se sfruttato al massimo delle sue potenzialità.

I risultati di DIFIS dovrebbero incidere positivamente sugli habitat marini e salvare molti ecosistemi dalla distruzione, preservando la biodiversità ed evitando disastri ecologici a tutto campo.

Informazioni correlate