Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

FP6

CRYSTAL CLEAR — Risultato in breve

Project ID: 502583
Finanziato nell'ambito di: FP6-SUSTDEV
Paese: Paesi Bassi

Una tecnologia basata sull'energia solare estremamente economica

Sebbene l'utilizzo dell'energia solare per la produzione di elettricità rappresenti un'alternativa pulita e rinnovabile all'utilizzo dei combustibili fossili, finora questa soluzione non ha trovato grande riscontro a causa dei costi elevati. Alcuni ricercatori finanziati dall'UE hanno sviluppato una nuova tecnologia per il modulo solare che fa ben sperare in un notevole miglioramento dell'efficienza sotto il profilo dei costi.
Una tecnologia basata sull'energia solare estremamente economica
Gli scienziati europei si sono adoperati nel garantire un notevole abbattimento dei costi relativi alla componente principale del sistema solare, ovvero il modulo solare, aumentando al contempo l'efficienza, migliorando la sostenibilità e ampliando il mercato potenziale.

In particolare, il progetto Crystal CLEAR ("Crystalline silicon PV: Low-cost, highly efficient and reliable modules") è stato concepito allo scopo di sviluppare una tecnologia in grado di ridurre il ricorso a materiali costosi, introducendo prodotti più economici e garantendo allo stesso tempo un aumento dell'energia elettrica erogata dai moduli solari, oltre che processi produttivi di massa automatizzati a basso costo, senza mai sottovalutare l'importanza del potenziamento della sostenibilità.

Le celle fotovoltaiche (PV) al silicio cristallino, alcune delle quali erano ottenute a partire dalla fusione e dalla ricristallizzazione di un lingotto di silicio suddiviso in wafer, rappresentavano il primo tipo di celle PV destinate ad un'ampia commercializzazione. Tuttavia, poiché le riserve di silicio sono sempre più scarse, i costi sono destinati ad aumentare rapidamente.

Un potente concorrente della tecnologia basata sui wafer in silicio è rappresentato dalla produzione di moduli PV a film sottile mediante il deposito di materiale PV su un substrato in ceramica. I fautori del progetto Crystal CLEAR si sono concentrati sulla produzione di celle solari a film sottile in silicio cristallino comparabili a tecnologie wafer all'avanguardia (i cosiddetti "equivalenti di wafer") a costi enormemente più ridotti e basate sull'utilizzo di materie prime alternative, vale a dire il silicio con il quale sono attualmente realizzate le celle PV.

Allo scopo di produrre un modulo di dimostrazione PV a dimensioni intere, chiamato Superslice I, gli sperimentatori hanno sviluppato l'equivalente del wafer epitassiale (EpiWE) insieme ad adeguate tecniche di elaborazione.

La valutazione del ciclo di vita (LCA) ha rivelato una riduzione del tempo di ammortamento energetico da 1,8 a 2,4 anni per l'Europa centrale nonché una riduzione dell'impatto ambientale di almeno il 18-24 %.

Il progetto Crystal CLEAR potrebbe aiutare l'Europa a riacquistare la quota di mercato nel settore PV persa contro il Giappone negli ultimi anni, promuovendo l'economia europea con la creazione di posti di lavoro e di rendite. La riduzione dei costi e l'aumento dell'efficienza, accompagnati dal miglioramento del profilo ambientale delle celle PV solari, dovrebbero rafforzare l'importanza dell'energia solare in quanto valida alternativa all'elettricità tradizionale e favorirne un'applicazione più diffusa.

Informazioni correlate