Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

FP6

MOLECULAR IMAGING — Risultato in breve

Project ID: 503259
Finanziato nell'ambito di: FP6-LIFESCIHEALTH
Paese: Grecia

Imaging migliorato per gli organismi viventi

L'imaging rappresenta uno strumento indispensabile per l'analisi dei processi biologici. Attraverso un consorzio unico nel suo genere di ingegneri, biologi e chimici, il progetto Molecular Imaging si è concentrato sul miglioramento delle tecniche di imaging molecolare esistenti, con potenziali nuove applicazioni.
Imaging migliorato per gli organismi viventi
Attraverso l'etichettatura fluorescente di proteine o acidi nucleici e il conseguente imaging microscopico o tomografico, gli scienziati hanno la capacità di visualizzare il destino e le interazioni complesse delle molecole bersaglio. Ma le crescenti esigenze di rivelare i processi biologici hanno bisogno dello sviluppo di nuove tecniche di imaging più sensibili per esaminare ciò che avviene all'interno del corpo con maggiore specificità e accuratezza.

A tal fine è stato ideato il progetto Molecular Imaging ("Integrated technologies for in-vivo molecular imaging), finanziato dall'UE, per generare una tecnologia avanzata per un imaging non invasivo delle funzioni biomolecolari nei sistemi viventi. Più specificamente, i membri del progetto si sono concentrati sullo sviluppo di nuovi biosensori per aumentare il contrasto funzionale e migliorare la risoluzione degli attuali sistemi di imaging microscopici e tomografici.

È stato sviluppato un nuovo strumento per l'etichettatura e l'imaging in vivo utilizzando proteine fluorescenti potenziate di diversi colori e altre attivate dalla luce, nonché sensori intracellulari fluorescenti basati sulle proteine. Queste esplorazioni hanno dimostrato un ampio spettro di applicabilità e hanno il potenziale per affrontare problemi fondamentali nella biologia cellulare e molecolare.

Il sistema Imaging Molecular è stato utilizzato per visualizzare l'angiogenesi nelle aree ipossiche dei tumori e monitorare le fluttuazioni dei livelli di ossigeno associate a tali regioni. Questo metodo è stato utilizzato anche per studi immunologici, per ottenere un'immagine di come i linfociti T penetrino negli organi linfoidi periferici durante il primo sviluppo.

Fondamentale per il successo del progetto è stato lo sviluppo di software automatizzato per l'acquisizione e l'analisi di immagini di microscopia a fluorescenza, che fornisce uno strumento impareggiabile e di facile uso per ottenere e analizzare le immagini.

Ci si aspetta che la tecnologia di Molecular Imaging fornisca in futuro nuove opportunità per eseguire analisi funzionali e molecolari in modelli cellulari e animali. Oltre alla prospettiva dell'utilizzo per l'individuazione del cancro, i risultati del progetto Molecular Imaging hanno un grande potenziale di sfruttamento commerciale.

Informazioni correlate