Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

FP6

SPIINES 2 — Risultato in breve

Project ID: 512627
Finanziato nell'ambito di: FP6-SME

I ricci di mare ricevono un impulso dalla guida nutrizionale

Alcuni ricercatori finanziati dall'UE hanno predisposto una tabella di marcia per migliorare la qualità dei ricci di mare allevati, con specifiche linee guida dietetiche riguardanti il tipo e la quantità di alimentazione degli organismi. La sua realizzazione dovrebbe migliorare il colore, la qualità e la sicurezza, consentendo all'Europa di soddisfare la domanda mondiale.
I ricci di mare ricevono un impulso dalla guida nutrizionale
I ricci di mare, vale a dire quelle piccole creature ricoperte di spine che vivono sugli scogli poco profondi e sul corallo, sono prelibatezze gastronomiche rese particolarmente popolari dall'esplosione dei ristoranti sushi in tutto il mondo.

L'acquacoltura sta tentando di soddisfare la crescente domanda ma si trova di fronte a varie limitazioni, tra cui la presenza di variazioni di colore ed eterogeneità di sapore/struttura non indesiderate, oltre al periodo limitato di scadenza e a preoccupazioni legate alla qualità e alla sicurezza.

I ricercatori europei hanno progettato il progetto Spiines 2 ("Sea urchins in integrated systems; their nutrition and roe enhancement") per migliorare la commerciabilità dei due tipi di ricci di mare più pescati, allevati e consumati in Europa.

Le parti edibili di questi piccoli porcospini marini sono in effetti le gonadi di entrambi i sessi, denominate uova. Pertanto, gli scienziati hanno effettuato una molteplicità di esperimenti valutando gli effetti di varie diete sul colore, sulla massa e sul deterioramento delle gonadi.

Gli esiti hanno condotto alla redazione di linee guida riguardanti i tipi di diete che dovrebbero migliorare il contenuto e il colore delle uova. Inoltre, gli scienziati hanno fornito le prove relative a una specifica alimentazione e tabelle di digiuno prima del raccolto, capaci di determinare una maggiore durata prima della scadenza.

I ricercatori miravano anche a integrare l'allevamento di ricci di mare con altri tipi di acquacoltura, onde conseguire vantaggi economici e ambientali. Hanno valutato una coltura giovane di ricci di mare in acque libere insieme all'allevamento di salmoni dell'Atlantico sulla costa scozzese.

Dai risultati è emerso che il riccio di mare assimila il materiale derivato del vivaio e rende più favorevole l'ambiente della gabbia dei salmoni. Dovrebbe pertanto essere possibile allevare ricci di mare anche a queste latitudini settentrionali della nord più estreme del suo habitat.

Spiines 2 ha fornito una preziosa tabella di marcia per ottenere un miglior allevamento di ricci di mare in grado di determinare uova maggiormente commerciabili. Non si tratta di una buona notizia solo per il settore dell'acquacoltura e per gli avidi consumatori, ma anche per le vulnerabili popolazioni di ricci di mare allo stato selvatico.

Informazioni correlate