Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Fare buon uso dei rifiuti organici

Le piante contengono molti composti bioattivi preziosi. La recente ricerca ha studiato come trasformare i rifiuti vegetali industriali per offrire al bestiame le sostanze fitochimiche che possano sostituire gli additivi farmaceutici.
Fare buon uso dei rifiuti organici
L'industria alimentare produce milioni di tonnellate di rifiuti organici, che nel migliore dei casi vengono compostati o inceneriti, con i conseguenti danni ecologici. Poiché la montagna di rifiuti è ancora piena di nutrienti e prodotti bioattivi, il progetto Safewastes, finanziato dall'UE, puntava a utilizzare meglio questi materiali.

Un importante obiettivo esemplare era lo sviluppo di additivi organici per sostituire gli antibiotici aggiunti ai mangimi, ora vietati. Per Safewastes il benessere degli animali era di importanza fondamentale, essendo una questione prioritaria nell'UE.

Le procedure operative standard (POS) sono state sviluppate per le tecniche di lavorazione nella produzione di estratti. Un elemento necessario era la scelta del solvente, come acqua, eptano o etanolo, nonché della procedura di frazionamento.

Per motivi di salute e sicurezza, sono stati sviluppati e convalidati sistemi di test in vitro per gli additivi funzionali con la capacità di combattere l'attività parassitaria e patogena. I ricercatori hanno esaminato in particolare l'industria dell'allevamento suino e hanno studiato gli effetti dei rifiuti organici sulla crescita dei batteri cecali con una tecnica di stimolazione del colon.

Per la salute alimentare generale sono stati inoltre estratti antiossidanti e, al contrario delle aspettative del progetto, i materiali di scarto avevano molte di queste molecole che combattono i radicali liberi. L'equipe Safewastes ha scoperto l'importanza del materiale di origine. Anche dopo l'estrazione di olio e composti fenolici (OCF), molti antiossidanti rimanevano.

Le raccomandazioni includono l'aggiunta degli additivi alimentari mango, larice, zucca e timo dal 2,5 al 10% per ottenere effetti positivi. Tra gli animali che trarrebbero maggiore vantaggio nell'industria del bestiame vi sono scrofe, broiler (polli per la produzione di carne) e in generale bestiame da moltiplicazione.

Safewastes ha sviluppato con successo i processi per estrarre composti con notevoli vantaggi per la salute sia del bestiame che del consumatore. Inoltre, evitando i mezzi tradizionali di smaltimento dei rifiuti organici, si ottiene una riduzione dei costi, nonché dei problemi ambientali.

Informazioni correlate