Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

FP6

STEROLTALK — Risultato in breve

Project ID: 512096
Finanziato nell'ambito di: FP6-LIFESCIHEALTH
Paese: Germania

Nuovi bersagli farmacologici per il trattamento dell'iperlipidemia

Alti livelli di lipidi e lipoproteine nel sangue umano aumentano il rischio di malattie cardiovascolari. Scienziati europei hanno fatto luce sul meccanismo alla base di questa anomalia, ricercando potenziali bersagli farmacologici.
Nuovi bersagli farmacologici per il trattamento dell'iperlipidemia
L'iperlipidemia implica livelli anormalmente alti di lipidi o lipoproteine nel sangue, ed è normalmente dovuta a cause genetiche o ad altri fattori come il diabete. Le anomalie nei livelli di lipidi e lipoproteine sono generalmente diffuse nella popolazione, e sono considerate un fattore di rischio per le malattie cardiovascolari a causa della loro influenza sull'aterosclerosi.

Scienziati europei hanno unito le loro forze nel progetto Steroltalk, finanziato dall'UE, per sviluppare una strategia comune al fine di scoprire nuovi bersagli farmacologici per il trattamento dell'iperlipidemia. A tale scopo sono stati utilizzati strumenti di genomica funzionale, organismi modello e modelli in silico per scoprire potenziali bersagli e nuovi farmaci. Sono state inoltre individuate e valutate nuove interazioni farmaco-farmaco.

Gli scienziati di Steroltalk hanno sviluppato nuovi strumenti e approcci per gli studi di genomica funzionale dei farmaci ipolipidemici. Queste risorse includevano microarray umani e del topo, una serie di nuovi anticorpi contro enzimi chiave della sintesi del colesterolo, e ceppi ricombinanti di lievito che sovraesprimono gli enzimi umani.

Steroltalk ha creato un modello in silico per la previsione dell'azione di nuovi farmaci ipolipidemici. Questo modello dinamico ha verificato l'azione sia dei farmaci noti che di quelli potenzialmente nuovi. I risultati hanno fornito preziose conoscenze sulla risposta a più livelli dell'omeostasi del colesterolo ai farmaci noti (statine) e a quelli in fase di valutazione.

Inoltre la costruzione, supportata a livello informatico, di network regolatori ha identificato un nuovo regolatore trascrizionale della sintesi del colesterolo. La funzione di questa proteina è stata provata sperimentalmente ed è un potenziale bersaglio in un futuro approccio terapeutico. Approcci proteomici all'avanguardia sono stati utilizzati e ottimizzati per l'identificazione di nuovi fattori chiave coinvolti nei network regolatori importanti. Tali network includono la sintesi del colesterolo e altri pathway metabolici.

Steroltalk ha creato un database per rendere accessibili protocolli, campioni e divulgazione dei dati all'interno del consorzio. È importante ricordare che strumenti e risorse sviluppati da Steroltalk saranno gestiti, potenziati e mantenuti dall'Università di Lubiana in Slovenia, che coordina il progetto. Inizialmente il database sarà accessibile gratuitamente a tutti i partner di Steroltalk, mentre dopo il primo anno il costo verrà suddiviso tra gli utenti.

Steroltalk ha sviluppato numerosi strumenti, metodi, procedure e reagenti che sono a disposizione della comunità scientifica e faciliteranno la ricerca futura nel settore. Questa importante quantità di informazioni e risorse contribuirà alla ricerca sulla sintesi del colesterolo e sui network del metabolismo dei farmaci, verso la prevenzione e la cura dell'iperlipidemia.

Informazioni correlate

Argomenti

Life Sciences