Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

FP6

CELLAID — Risultato in breve

Project ID: 5094
Finanziato nell'ambito di: FP6-LIFESCIHEALTH
Paese: Germania

Combattere le malattie autoimmuni

Le terapie cellulari sono estremamente promettenti per la lotta alle malattie autoimmuni. Una nuova piattaforma e iniziative di networking hanno contribuito a trasformare la scienza alla base della cura in potenziali terapie.
Combattere le malattie autoimmuni
Dozzine di malattie autoimmuni, dal morbo di Crohn all'anemia perniciosa hanno afflitto il genere umano per secoli con opzioni di trattamento, anche al giorno d'oggi, relativamente limitate. Il progetto Cellaid, finanziato dall'UE, mirava a migliorare il processo per scoprire trattamenti che allevino le sofferenze dei pazienti.

Il progetto ha creato una piattaforma di comunicazione sulla materia che coinvolge esperti europei e fondamentali istituzioni europee, oltre a organizzare conferenze sulle terapie cellulari che potrebbero combattere le malattie autoimmuni. Ha aiutato gli istituti di ricerca e i relativi network a migliorare la standardizzazione di valutazione, diagnosi e trattamento. Rivolgendosi ai governi il progetto mirava anche a influenzare processi politici per creare consapevolezza su specifiche malattie autoimmuni, in particolare le malattie reumatiche, in tutta Europa.

Cellaid ha ospitato con successo tre simposi sulle terapie cellulari, per studiare approfonditamente approcci di terapia cellulare per il trattamento delle malattie autoimmuni, concentrandosi sulle aspettative e l'epidemiologia dei pazienti nonché sulla scienza di base e su quella traslazionale. Dopo numerose discussioni e analisi dei dati della ricerca, gli esperti hanno identificato nuovi approcci di trattamento e strategie innovative che condurrebbero ad applicazioni cliniche realizzabili. I risultati e le raccomandazioni del progetto sono stati pubblicati tramite canali appropriati e hanno in definitiva contribuito a specificare le priorità sulla materia per la ricerca futura.

Informazioni correlate