Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

FP6

IA-SFS — Risultato in breve

Project ID: 506008
Finanziato nell'ambito di: FP6-INFRASTRUCTURES
Paese: Italia

Accesso agli acceleratori di particelle più avanzati al mondo

Scienziati finanziati dall'UE hanno integrato tre contratti correlati per coordinare meglio la ricerca e l'accesso agli impianti analitici più avanzati al mondo.
Accesso agli acceleratori di particelle più avanzati al mondo
Le strutture analitiche più potenti e multidisciplinari disponibili sono le cosiddette sorgenti di luce di sincrotrone. Queste macchine accelerano le particelle cariche a velocità molto elevate, utilizzando un campo elettrico e impiegando le stesse su un percorso circolare fisso provvisto di un campo magnetico. Ai sincrotroni, i materiali sono studiati e sviluppati fino alla scala atomica per uso medico, elettronico, energetico e anche per le applicazioni di protezione del patrimonio culturale.

I laser ad elettroni liberi detti anche FEL (Free Electron Laser) si basano su un principio simile. I FEL sono dispositivi simili ai laser con prestazioni eccezionali per quanto riguarda l'intensità e la risoluzione temporale, i quali producono lampi di luce intensa per acquisire impulsi estremamente veloci. I FEL stanno trovando impiego nella lavorazione di materiali, nei componenti elettronici e nelle applicazioni energetiche.

La rete europea dei sincrotroni e FEL nazionali rappresenta oltre 200 strutture sperimentali che la rendono la rete più grande e più avanzata di tutto il mondo. Negli ultimi anni la Commissione europea ha aperto con successo queste strutture a tutti gli utenti qualificati in base al merito.

Il finanziamento comunitario del progetto IA-SFS ("Integrating activity on synchrotron and free electron laser science") ha cercato di portare avanti il sostegno agli utenti e, in particolare, agli utenti internazionali che non possono accedere a tali strutture nei propri paesi d'origine.

Inoltre, il progetto è stato concepito per migliorare l'efficacia dei servizi agli utenti, nonché per stimolare nuove idee per la collaborazione e lo sviluppo di nuove strumentazioni.

In generale, il progetto IA-SFS ha supportato ben 3.577 esperimenti su un periodo di 5 anni, con una media di 7 esperimenti al giorno. Le aree di ricerca hanno incluso fisica, chimica, scienze della vita, biotecnologia, scienze della terra, ambiente e scienze umanistiche/storia.

Il progetto IA-SFS ha inoltre sviluppato la strumentazione per la generazione di laser a impulsi estremamente brevi (femtosecondi), microdispositivi di messa a fuoco ad alta risoluzione di sincrotroni, ondulatori (sincrotroni che producono un moto delle particelle sinusoidale o ondulato) e molto altro ancora.

Il progetto IA-SFS, fondendo diversi contratti correlati in un solo contratto, ha coordinato le attività dell'UE senza duplicazione di sforzi, identificando nuove direzioni di ricerca, aggiornando le strutture e la relativa documentazione e predisponendo, inoltre, un forum internazionale dedicato al settore e avente l'obiettivo di promuovere con forza e in tutto il mondo le attività di ricerca correlate. Per tutti questi motivi, è stato selezionato dalla Commissione europea come uno dei 40 progetti di maggior successo dell'intero Sesto programma quadro.

Informazioni correlate