Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

FP6

BORASSUS — Risultato in breve

Project ID: 510745
Finanziato nell'ambito di: FP6-INCO

I geotessili ecologici combattono l'erosione del suolo

Nuovi geotessili realizzati con diversi tipi di foglie di palma potrebbero sostituire un giorno i materiali sintetici utilizzati in una miriade di soluzioni di progettazione.
I geotessili ecologici combattono l'erosione del suolo
I geotessili sintetici sono stati utilizzati in modo estensivo nelle applicazioni di ingegneria civile come strade e piste di atterraggio per proteggere dall'erosione del suolo e facilitare il drenaggio. Recenti ricerche hanno dimostrato che le pavimentazioni geotessili realizzate con foglie di palma potrebbero rappresentare un'alternativa ingegnosa, economica e sostenibile rispetto alle loro controparti sintetiche. Il progetto Borassus, finanziato dall'UE, ha svolto ricerche su questa opportunità.

Il progetto ha valutato diversi geotessili ricavati dalle palme Borasso (Borassus aethiopum) e Buriti (Mauritia flexuosa), tra le altre, attraverso casistiche e analisi in 10 paesi del mondo. Lo scopo principale era quello di valutare l'erosione del suolo e di documentare gli effetti dei geotessili per pavimentazioni di palma rispetto all'erosione dovuta all'acqua e al vento. Tali informazioni non erano mai state documentate nonostante la palma sia stata utilizzata per millenni nell'edilizia.

Borassus ha pertanto eseguito test di laboratorio e studi nel campo che hanno misurato la qualità, le prestazioni, la durata e gli impatti socio-economici, elaborando standard di manifattura e produzione. I risultati hanno indicato che i biotessili potrebbero diminuire considerevolmente il trabocco di acqua e l'erosione del suolo, oltre a ridurre al minimo l'evaporazione dal suolo nei periodi di secca. Inoltre, il progetto ha dimostrato che l'approccio funzionava in praticamente tutte le condizioni climatiche e ambientali, come le vigne, i terreni arabili, i terreni degradati, i frutteti, i siti archeologici e altri luoghi.

Poiché questi tessili biodegradabili sono realizzati in ingegnose fibre tropicali e subtropicali, i risultati rappresentano un passo importante nell'incoraggiamento delle pratiche di ingegneria civile sostenibile. La loro produzione ha dimostrato di aumentare la produzione a basso consumo energetico, che rappresenta un metodo economico per la conservazione del suolo. Questa è una fantastica notizia sia per i paesi in via di sviluppo che per quelli altamente sviluppati.

Informazioni correlate