Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

FP6

RESCUE — Risultato in breve

Project ID: 518233
Finanziato nell'ambito di: FP6-LIFESCIHEALTH
Paese: Francia

Una terapia con cellule staminali per le lesioni al midollo spinale

Le cellule staminali sono ritenute agenti promettenti per il recupero da lesioni al midollo spinale. Alcuni scienziati europei indagano sulle loro capacità e pianificano future strategie terapeutiche.
Una terapia con cellule staminali per le lesioni al midollo spinale
Le lesioni del midollo spinale sono ancora prive di una terapia specifica. Nonostante un iniziale ottimismo derivante dalle sperimentazioni, le molecole neuroprotettive e le cellule staminali insufficientemente definite non hanno fornito terapie controllate soddisfacenti.

Il progetto Rescue ("From stem cell technology to functional restoration after spinal cord injury") ha esplorato la capacità delle cellule staminali umane di trattare i danni del midollo spinale. A tal fine, sono state selezionate cellule staminali neurali e non neurali in un modello murino di lesione del midollo spinale.

È stata eseguita la caratterizzazione di cellule staminali residenti nel midollo spinale degli esseri umani e dei roditori, che ha dato origine a un nuovo obiettivo a lungo termine, incentrata sul'indagine del loro destino nel midollo spinale sano e danneggiato dei roditori.

Un obiettivo primario di Rescue consisteva nella decifrazione della sicurezza dell'innesto di cellule staminale neurali adulte da biopsie umane. Gli esperimenti hanno dimostrato la formazione di tumori da tali innesti; pertanto, sono necessarie nuove strategie ottimizzate.

Sono stati differenziati astrociti derivati da precursori neurali umani, che hanno dimostrato promettenti risultati riguardo alla crescita assonale su scaffold (strutture) di collagene. Inoltre, le cellule staminali stromali da tessuto adiposo si sono comportate meglio della classica preparazione del midollo osseo. Gli scienziati di Rescue hanno ampiamente esaminato le capacità di tali cellule in diversi scaffold.

Hanno lavorato intensamente sulla regolazione della differenziazione cellulare, in particolare in relazione all'orientamento e all'ordinamento delle cellule. I fattori di trascrizione sono stati mirati alle cellule attraverso diversi vettori virali. Sono stati selezionati i vettori che presentavano condizioni migliori in termini di capacità di proliferazione e fenotipo per ulteriori studi sui trapianti. È stato sviluppato un nuovo vettore virale che potrebbe risultare idoneo per applicazioni cliniche. Inoltre, il consorzio Rescue ha creato linee di cellule staminali neurali immortalizzate condizionali con caratteristiche molto promettenti.

È significativa l'incidenza delle realizzazioni di Rescue nel campo delle terapie basate su cellule staminali che trattano i danni e in particolare le lesioni del midollo spinale. È stato esaurientemente dimostrato che le cellule staminali intrinseche nel midollo spinale umano sono una fonte potenziale di cellule e fattori terapeutici. Future ricerche potrebbero occuparsi di una completa caratterizzazione dettagliata dei relativi fenotipi.

Informazioni correlate