Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Preservare le barriere coralline dei Caraibi

A dispetto della loro bellezza e biodiversità, le barriere coralline sono degli ecosistemi fragili che sono sempre più minacciati dalle attività umane e dal cambiamento climatico. Dei ricercatori dell’UE stanno aiutando a incrementare la capacità dei Caraibi di preservare e proteggere le barriere coralline.
Preservare le barriere coralline dei Caraibi
La gestione delle barriere coralline per il XXI secolo non solo richiede una comprensione dei loro processi naturali, ma anche di come la gente interagisce con questi fragili ecosistemi. Le barriere coralline forniscono importanti servizi alla pesca, al turismo e alla difesa della costa, che sono a rischio a causa di estrazione, sviluppo e cambiamento climatico.

I paesi caraibici, dove 43 milioni di persone dipendono dalle barriere coralline per il loro sostentamento, hanno bisogno di misure di gestione pratiche e adeguate al fine di proteggere e preservare questi ecosistemi. Pertanto, 20 organizzazioni provenienti da 10 paesi dei Caraibi assieme ad Australia, Europa e Stati Uniti hanno unti le proprie forze per sviluppare degli strumenti per una gestione sostenibile.

Il progetto FORCE (Future of Reefs in a Changing Environment (FORCE): An ecosystem approach to managing Caribbean coral reefs in the face of climate change), finanziato dall’UE, ha utilizzato le più recenti conoscenze scientifiche per sviluppare delle pratiche di gestione che riducono al minimo i danni alla salute delle barriere coralline e fermano la perdita di biodiversità. I partner hanno effettuato delle visite sul campo, revisioni della letteratura scientifica, studi sperimentali e modellazioni basate sul computer, che si sono concentrati sulle cause della perdita di parti della barriera corallina nei Caraibi. Esso ha inoltre tracciato i processi fisici, ecologici e relativi all’amministrazione che influenzano la salute delle barriere coralline.

FORCE ha sviluppato un’ampia gamma di risorse per divulgare i risultati del progetto, che includono un manuale per la gestione della barriera corallina, un sistema informativo geografico sul web e il Reef Health Simulator, uno strumento per simulare la salute della barriera corallina. Per tutta la durata del progetto, la ricerca sul campo relativa ad amministrazione e mezzi di sostentamento si è relazionata con responsabili delle politiche, professionisti, portatori di interessi e il pubblico.

Le attività di ricerca si sono concluse con due workshop separati per i professionisti e con il manuale per la gestione, che hanno fornito strumenti e informazioni preziosi. I sei partner caraibici hanno anche partecipato a dibattiti con amministrazioni e a scambi con altri istituti di ricerca e scientifici nella regione.

Il progetto FORCE giocherà quindi un ruolo importante nell’aiutare le comunità locali ad adattarsi al cambiamento climatico nella regione caraibica.

Informazioni correlate

Keywords

Caraibi, barriere coralline, biodiversità, ecosistemi, cambiamento climatico