Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Capire le correnti secondarie del cambiamento climatico

Il cambiamento climatico sta avendo un profondo effetto sui nostri oceani, ma resta poco chiaro in che modo e in che misura. Come parte di un sforzo globale, un progetto europeo si sta tuffando nelle profondità oceaniche per trovare delle risposte.
Capire le correnti secondarie del cambiamento climatico
A causa delle attività umane e delle variazioni cicliche naturali, il clima globale sta cambiando con implicazioni di rilievo per gli oceani mondiali. Non solo i livelli del mare si stanno alzando, ma lo strato di ghiaccio nel Mare Artico si sta restringendo. Stando a ciò che riporta uno studio, la Corrente del Nord Atlantico che mantiene calda l'Europa, è diminuita del 30% nell'ultimo decennio.

Tuttavia, alla luce della scarsità delle ricerche, non è chiaro se questo sia venuto alla luce per le osservazioni limitate o a un trend attuale, e che cosa lo provochi esattamente. Per confermare questo e altri cambiamenti all'ambiente marino, è necessario un monitoraggio costante e continuo degli oceani.

ARGO, il primo sistema di osservazione degli oceani (GOOS) a partecipazione internazionale, si basa su una gamma di 3 000 boe autonome in tutto il mondo, ed è un componente importante di questa sofisticata infrastruttura di raccolta informazioni.

Malgrado ARGO stia raccogliendo dati inestimabili dal 1999, la garanzia della sua continuità operativa per i decenni a venire rappresenta una grande sfida. Il progetto EURO ARGO ("Global ocean observing infrastructure"), supportato dall'UE, ha spianato la strada per l'organizzazione e il consolidamento del ruolo dell'Europa in questa rete di ricerca globale.

In particolare, questa fase preparatoria ha cercato di garantire che l'Europa sia in grado di attivare, mantenere e mantenere in funzione 800 boe a partire dal 2012. A questo scopo, EURO ARGO si è impegnato a sviluppare un accordo a lungo termine tra gli stati membri e altre agenzie di finanziamento per il funzionamento della rete.

I partner del progetto hanno deciso che l'infrastruttura di ricerca europea sarebbe stata distribuita in diversi paesi europei. Inoltre, il progetto ha preso in considerazione gli sviluppi futuri nelle tecnologie delle boe e dei sensori e ha individuato le aree da migliorare. Sono anche state analizzate le strategie di campionamento per i vari mari europei.

Il modellamento del modo in cui il cambiamento climatico influisce sugli oceani necessità di un monitoraggio regolare e di alta qualità. EURO ARGO ha aiutato a spianare la strada per rendere questo una realtà in Europa.

Informazioni correlate