Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Aiutare i pazienti affetti da sclerosi multipla ad aiutare sé stessi

I pazienti affetti da sclerosi multipla possono imparare a ridurre e gestire alcune delle loro perdite nella funzione mentale. Un nuovo programma cognitivo basato su gruppi offre l'accrescimento delle capacità occupazionali e dell'indipendenza di vita, portando a un benessere e a una felicità migliorati.
Aiutare i pazienti affetti da sclerosi multipla ad aiutare sé stessi
La sclerosi multipla (SM) è una condizione neurologica degenerativa che riguarda circa 400 000 europei e oltre due milioni di persone in tutto il mondo. Circa la metà di coloro che ne soffrono subisce prima o poi il deterioramento della capacità mentale, che influisce sulla qualità della partecipazione indipendente alla vita quotidiana e sulla capacità di lavorare. È però dimostrato che la riabilitazione aiuta in questo settore, e migliora il benessere.

Uno studio dell'UE, MS COGNITIVE REHAB ("Development and evaluation of a cognitive rehabilitation program for persons with multiple sclerosis"), mira a fornire una valutazione basata sull'evidenza dell'effetto clinico di un programma di riabilitazione cognitiva basata su gruppi. Gli autori dello studio hanno prima indagato le preferenze di un gruppo target di 21 pazienti. I pazienti hanno riferito problemi di vita quotidiana tipici dei pazienti con SM, e un desiderio di riabilitazione cognitiva integrata alla loro riabilitazione di altro tipo. Grazie a queste informazioni un gruppi di professionisti ha ideato un programma di riabilitazione adatto. Il corso basato su gruppi, della durata di otto settimane e tenuto da un terapista occupazionale, è stato collaudato su un gruppo pilota di cinque pazienti con SM. Il corso mirava a fornire ai pazienti i mezzi per gestire i propri deficit cognitivi.

Il programma messo a punto, che incorpora nuovi strumenti e processi valutativi, è stato testato su un gruppo di 39 pazienti di Israele con SM . Utilizzando un insieme di termini qualitativi e quantitativi i pazienti sono stati valutati prima del programma, subito dopo, e di nuovo tre mesi più tardi.

I pazienti dello studio avevano fortemente migliorato la propria prestazione occupazionale, ed erano soddisfatti del proprio progresso. Inoltre, a tre mesi dalla conclusione del programma, i pazienti stavano ancora facendo progressi di cui erano soddisfatti. Hanno anche migliorato la loro prestazione cognitiva e la capacità di gestire i propri cambiamenti cognitivi, con conseguenti miglioramenti nello stile di vita. La maggior parte dei partecipanti ha completato la maggioranza delle sessioni e ha riferito soddisfazione rispetto al programma.

I ricercatori di MS COGNITIVE REHAB sono giunti alla conclusione che un programma di questo tipo sia adatto ed efficace per i pazienti con SM. I risultati iniziali suggeriscono motivi di ottimismo rispetto ad aiutare le persone con SM a migliorare la propria indipendenza, produttività e felicità. Lo studio raccomanda l'adozione di programmi simili nelle cliniche per la SM in Europa. Il team di ricerca esaminerà presto le differenze tra il gruppo del test e un controllo, valutando gli effetti a lungo termine del programma.

Informazioni correlate