Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Una migliore comprensione delle prime migrazioni dall'Africa all'Europa

I ricercatori europei stanno ulteriormente sviluppando e perfezionando i mezzi per ricostruire con precisione e interpretare le prime espansioni umane in Europa dall'Africa.
Una migliore comprensione delle prime migrazioni dall'Africa all'Europa
Si ritiene che vari siti archeologici della penisola iberica contengano le risposte a domande fondamentali che riguardano l'evoluzione umana e la migrazione dall'Africa. Tuttavia, le cronologie esistenti non sono ancora abbastanza sofisticate da permettere lo sviluppo di ipotesi ben sostenute sull'età di tali prime espansioni. Essendo troppo ambiguo, impreciso e mal descritto, nonché basato soltanot su metodi di datazione non numerici, il quadro cronologico attuale non consente di trarre conclusioni solide sui modelli migratori degli ominidi o sui meccanismi che hanno guidato tali migrazioni.

In questo contesto, il team del progetto ARCHOSL cerca di applicare tecniche e protocolli nuovi sviluppati nel campo della datazione tramite luminescenza otticamente stimolata (OSL). Questo approccio potrebbe fornire cronologie assolute solide sui principali siti archeologici del Paleolitico inferiore in Europa occidentale.

Uno degli obiettivi principali del progetto è il progresso metodologico e il perfezionamento dei più recenti protocolli della datazione OSL a singoli e multipli grani. Gli sviluppi in questo settore consentiranno ai lavoratori del settore di spingere indietro la fascia d'età attuale della tecnica.

Ad oggi, il team del progetto ha compiuto progressi nella raccolta di campioni di sedimento (68 in totale) da 11 siti archeologici nel nord e nel sud della Spagna. Sono state applicate varie tecniche per le misurazioni relative ai materiali di sedimento raccolti. Questo ha consentito ai membri di ARCHOSL di ottenere una serie di risultati preliminari che sono fondamentali per far progredire gli obiettivi di fondo del progetto. Per esempio, la maggior parte dei campioni di quarzo che sono stati misurati visualizzano segnali OSL trasferiti termicamente (TT-OSL) sufficientemente brillanti e rapidamente sbiadenti, consentendo la valutazione delle dosi di sepoltura da singoli grani. Un risultato rivoluzionario è stata l'applicazione della datazione TT-OSL a livello di singolo grano, aprendo la possibilità di applicare la TT-OSL a una più ampia gamma di depositi.

Alcuni risultati dimostrano anche l'affidabilità dell'utilizzo di metodi di datazione ottici per periodi estesi su campioni provenienti dalla regione, ed evidenziano il potenziale di ottenere cronologie fino al lontano Pleistocene inferiore e medio. Le cronologie ottenute come parte di questo studio sono tra le più antiche prodotte fino ad oggi con tecniche di luminescenza emergenti.

Il lavoro ARCHOSL in corso avanzerà la ricerca di ricostruire la nascita e l'espansione della specie umana in Europa occidentale, ponendo l'Europa e la Spagna, in particolare, in prima linea nella ricerca geocronologia emergente. Contribuirà inoltre a migliorare le interpretazioni di quando e come i cambiamenti ambientali del passato hanno influenzato le popolazioni umane e la loro evoluzione.

Informazioni correlate