Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

La genetica della suscettibilità batterica

L’infezione batterica è la principale causa di disabilità e decesso infantile a livello mondiale. Individuare i meccanismi alla base della suscettibilità offre nuovi bersagli per I trattamenti e la prevenzione.
La genetica della suscettibilità batterica
La base genetica della suscettibilità alle infezioni infantili è poco conosciuta. L’obiettivo del progetto EUCLIDS (“The genetic basis of meningococcal and other life threatening bacterial infections of childhood”), finanziato dall'UE, è quello di studiare le genetica della suscettibilità e gli esiti delle principali infezioni infantili. Il consorzio di 14 membri istituzionali usa la meningite meningococcica come modello per l’indagine.

I membri del consorzio hanno effettuato con successo il reclutamento dei pazienti nell’ambito di una rete di 143 centri clinici in Europa e Africa occidentale. Hanno sviluppato una banca dati per l’iscrizione dei pazienti e hanno ottenuto l’autorizzazione etica necessaria in tutte le istituzioni partner.

L’analisi genomica delle coorti meningococciche spagnole e centro-europee è stata completata ed è ora in corso l’analisi dei dati da parte dei team bioinformatici, impegnati nell’analisi delle caratteristiche fenotipiche delle severità delle malattie in relazione al genotipo.

La scoperta più significativa è la conferma del ruolo giocato dal fattore H (FH), identificato in tutte le tre coorti. L’FH fa parte dei regolatori della famiglia di attivazione del complemento ed è una proteina regolatrice del complemento, la cui funzione principale è di prevenire i danni ai tessuti ospiti da parte dell’attivazione del complemento.

I batteri sovvertono la risposta immunitaria dell’ostpite legando l’FH alle proteine specifiche FH sulla superficie batterica, impedendo l’eliminazione del complemento. Le differenze genetiche dell’FH sembrano alterare la capacità del batterio di sfuggire alle risposte dell’ospite. In questa fase, i partner hanno sviluppato anticorpi monoclonali contro ognuna delle proteine collegate all’FH e il complemento FH che sono necessari per l’analisi del genotipo e del fenotipo.

La genotipizzazione di una coorte di scoperta iniziale di ricevitori del vaccino meningococcico di gruppo C è stata ora completata insieme alla fenotipizzazione funzionale della risposta al vaccino. Un altro sforzo importante ha sviluppato una metodologia per il sequenziamento della regione FH e altre regioni candidate. La genotipizzazione è stata completata e ha identificato un numero di nuove varianti che vengono attualmente verificate.

Gli studi funzionali dei meccanismi attraverso i quali l’FH controlla la suscettibilità meningococcica permetteranno di comprendere meglio le interazioni tra ospite e patogeno durante l’infezione e l’identificazione dei geni che controllano la risposta vaccinale forniranno nuove informazioni sui vaccini e sulle strategie migliori per la vaccinazione infantile.

Informazioni correlate

Argomenti

Life Sciences

Keywords

Infezione batterica, infezioni infantili, meningococcico, analisi genomica, fattore H