Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

FP7

ATLANTIS — Risultato in breve

Project ID: 262612
Finanziato nell'ambito di: FP7-SME

Ripulire le acque di zavorra

Le specie invasive trasportate dalle acque di zavorra rappresentano una grave minaccia per gli oceani di tutto il mondo. Per questo i ricercatori hanno studiato un nuovo approccio al trattamento delle acque di zavorra (ballast water treatment - BWT) che impedisce il trasferimento di microrganismi invasivi.
Ripulire le acque di zavorra
Le Nazioni Unite (ONU) hanno recentemente imposto l'inclusione di un sistema di BWT nelle navi nuove e in quelle già esistenti entro il 2016. Questo minimizzerà l'impatto solitamente irreversibile delle specie invasive sugli ecosistemi marini e le potenzialmente significative perdite ambientali ed economiche.

Il progetto ATLANTIS ("Aquatic technology linked to a novel treatment of invasive species"), finanziato dall'UE, è stato avviato per produrre un sistema commerciale volto a neutralizzare i microrganismi nelle acque di zavorra. Il concetto era quello di usare uno strato tessile per contenere multipli agenti biocidi per trattare le acque di zavorra. Per verificare la loro idoneità sono stati analizzati diversi tessuti e biocidi.

Tra gli altri obbiettivi vi erano quelli di creare e testare un modello con dimensioni da banco del sistema BWT, oltre che un sistema in scala pilota. Anche l'efficacia di diverse configurazioni dello strato tessile è stata testata usando la modellazione fluidodinamica.

Si prevede che i risultati del progetto forniscano una soluzione per il BWT efficiente in termini di costi da istallare nelle navi nuove e in quelle già esistenti. Il sistema dovrebbe soddisfare le esigenze dell'industria delle spedizioni marittime, rispettare le nuove norme e proteggere gli ambienti marini dai microrganismi invasivi.

Informazioni correlate