Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Trattare l’acqua africana con le biotecnologie

Un recente progetto dell’UE ha sviluppato metodi e strategie per creare sistemi biologici di trattamento delle acque nei paesi africani.
Trattare l’acqua africana con le biotecnologie
La naturale scarsità d’acqua, le malattie endemiche e il permanente stato di violenza rappresentano solo alcune delle problematiche che affliggono l’Africa. Si tratta di problemi interconnessi che hanno reso la sicurezza dell’acqua una problematica molto impegnativa nel continente.

Il progetto WATERBIOTECH (“Biotechnology for Africa’s sustainable water supply”) era fondato sulle premesse positive di precedenti iniziative di ricerca nella regione. Ha fornito ai paesi africani il know-how e le migliori pratiche per gestire in modo sostenibile le risorse idriche inquinate per mezzo di sistemi biologici, tra cui piante verdi e microrganismi.

I ricercatori hanno confrontato e analizzato le informazioni necessarie per pianificare e assumere decisioni in merito alla gestione dei rifiuti. Sono state valutate pratiche biotecnologiche a basso costo e le soluzioni più pratiche sono state scelte e adattate alle specifiche regioni. Inoltre, per introdurre le biotecnologie adattate di trattamento delle acque, si è provveduto alla formazione dei pertinenti soggetti interessati, attraverso una serie di seminari e conferenze.

WATERBIOTECH ha ottenuto l’importante risultato di individuare in problemi logistici e organizzativi il motivo del fallimento di una particolare tecnologia. Tenendo conto di tale aspetto, il progetto ha formulato un documento di linee guida e strategie, per aiutare i paesi a realizzare diverse tecnologie di trattamento delle acque.

Si prevede che gli esiti di WATERBIOTECH saranno utili a ridurre la pressione sulle risorse di acqua dolce, spostando l’attenzione verso un riciclo sicuro delle acque reflue. Tale scelta può sostituire l’acqua nelle applicazioni che non richiedono acqua potabile, ad esempio l’industria, l’irrigazione, lo scarico di risciacquo degli impianti igienici e il lavaggio del bucato.

L’esito positivo di WATERBIOTECH è riscontrabile nei conseguenti benefici per gli agricoltori, i fornitori di servizi di depurazione delle acque luride, le autorità locali, i responsabili delle decisioni e le comunità che vivono in zone soggette a stress idrico.

Informazioni correlate

Keywords

Trattamento delle acque, biotecnologia, approvvigionamento idrico, sistemi biologici, gestione dei rifiuti