Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

FP7

PHARMACO-FMRI — Risultato in breve

Project ID: 251684
Finanziato nell'ambito di: FP7-PEOPLE
Paese: Paesi Bassi

Intuizioni sulla chimica cerebrale della buona condotta

Un progetto finanziato dall'UE sta attualmente indagando il rapporto tra dopamina (DA) e serotonina (5-HT ) e come questi ormoni permettono un comportamento appropriato.
Intuizioni sulla chimica cerebrale della buona condotta
Di solito, il buon comportamento che ci permette di adattarci ad un ambiente che cambia è ricompensato, mentre il comportamento inappropriato è punito. I neurotrasmettitori DA e 5-HT modulano l'impatto di ricompensa e punizione, rispettivamente, sul nostro comportamento.

Per capire meglio come questi ormoni interagiscono per influenzare il controllo motivazionale del comportamento, è stato avviato il progetto PHARMACO-FMRI. Il progetto è uno studio multidisciplinare che riunisce individui con esperienza nella psicofarmacologia e tossicologia del comportamento. Sono anche stati coinvolti scienziati esperti nell'uso e nello sviluppo di tecniche avanzate di risonanza magnetica funzionale (fMRI).

Il team sta studiando gli effetti dei cambiamenti farmaco-indotti nella DA e 5-HT sull'apprendimento motivazionale e l'attivazione del cervello. I farmaci che stanno utilizzando sono il metilfenidato (Ritalin) e escitalopram (Lexapro), che causano un aumento della produzione di DA e 5-HT.

I partner del progetto stanno confrontando l'attività cerebrale in condizioni indotte da farmaci e in condizioni placebo. I ricercatori stanno inoltre sperimentando nuove tecniche di fMRI, compresa l'etichettatura di spin arteriosi (ASL) e BOLD fMRI calibrato per misurare l'attività cerebrale.

I risultati della ricerca dovrebbero aumentare la comprensione del ruolo della DA e 5-HT nell'apprendimento motivazionale. Inoltre, potrebbero contribuire a migliorare la metodologia utilizzata per la ricerca farmacologica sulla fMRI e condurre a un migliore trattamento per i pazienti psichiatrici.

Informazioni correlate