Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Facilitare la diagnosi delle malattie neurodegenerative

La fondamentale diagnosi precoce delle malattie neurodegenerative richiede di combinare i risultati degli esami diagnostici di neuroimaging con altre valutazioni genetiche e cognitive. Un sistema prototipo integra il contenuto e il contesto per fornire un potente strumento di ricerca per i professionisti medici di questo settore.
Facilitare la diagnosi delle malattie neurodegenerative
La nostra comprensione dell'organo più complesso del corpo umano, il cervello, ha fatto incredibili progressi. Oggi comprendiamo bene il funzionamento dei singoli neuroni, ma il modo in cui questi miliardi di neuroni si combinano e lavorano insieme resta per lo più un mistero.

L'individuazione e la diagnosi precoci delle malattie neurodegenerative, come il morbo di Alzheimer e la sclerosi multipla, richiedono una combinazione di esami diagnostici di neuroimaging, valutazioni cognitive, valutazioni comportamentali, esami di laboratorio e test genetici. Con il finanziamento dell'UE, il progetto COSERMI ("Content and ontology based search and retrieval of medical images") ha cercato di contribuire a rendere possibili tali diagnosi integrando informazioni di contenuto e contesto per la ricerca e il reperimento di immagini mediche digitali.

Più specificamente il progetto ha lavorato per permettere l'immissione di informazioni di contenuto e contesto per descrivere e indicizzare le immagini mediche. Ciò includeva informazioni su colore, consistenza, forma, informazioni demografiche e scoperte cliniche oltre a nozioni anatomiche e patologiche codificate nelle ontologie.

Grazie a un'interfaccia utente di facile impiego, il sistema COSERMI utilizza queste informazioni integrate per eseguire ricerche e richiamare i dati all'interno di molteplici database. Il sistema prototipo di ricerca, che va ben al di là delle possibilità della tradizionale indicizzazione tramite parole chiave, è in grado di cercare e reperire immagini relative a demenza, Alzheimer e Parkinson.

COSERMI ha potenziali applicazioni non solo in diagnostica ma anche a scopi di didattici e formativi. Ulteriori applicazioni sono: permettere agli esperti di neurologia e radiologia di identificare relazioni precedentemente sconosciute nei disturbi cerebrali, e funzionare come strumento di apprendimento per i medici.

Informazioni correlate