Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

FP7

BIOMAX — Risultato in breve

Project ID: 264737
Finanziato nell'ambito di: FP7-PEOPLE
Paese: Belgio

Giovani ricercatori addestrati in nanotecnologia

Una collaborazione paneuropea tra università e industria ha mirato al miglioramento della salute globale con la formazione della prossima generazione di scienziati per sviluppare nuovi strumenti diagnostici clinici.
Giovani ricercatori addestrati in nanotecnologia
Molti laboratori clinici stanno iniziando a eseguire test diagnostici che utilizzano dispositivi miniaturizzati e materiali di dimensioni più piccole di un miliardesimo di metro. Queste nanotecnologie includono nanoparticelle magnetiche in grado di rilevare o intrappolare proteine, DNA o agenti patogeni in campioni biologici.

Dal momento che queste tecnologie richiedono l’integrazione di diverse discipline scientifiche, i loro benefici sono limitati dal numero di ricercatori con esperienza in tutti questi settori. Il progetto BIOMAX (Novel diagnostic bio-assays based on magnetic particles), finanziato dall’UE, ha insegnato a giovani ricercatori a svolgere esperimenti diagnostici integrati con dispositivi e attrezzature su scala nanometrica.

BIOMAX ha istituito una rete europea di gruppi di ricerca da sei partner accademici e quattro partner industriali per sviluppare test diagnostici rapidi che utilizzano nanoparticelle magnetiche. Tali test biologici possono includere qualsiasi cosa, dalla diagnosi di malattie genetiche al rilevamento di virus in campioni di sangue o di tessuti.

I giovani ricercatori sono stati formati attraverso programmi di dottorato presso le università locali e nelle scuole estive, nei workshop, in conferenze e scambi di ricerca di tutta la rete. Attraverso BIOMAX, 13 assegnisti di ricerca, 11 giovani ricercatori e i loro rispettivi laboratori hanno segnalato innovazioni che utilizzano dispositivi diagnostici magnetici a base di particelle.

Anche trasferimenti di successo e il networking tra i gruppi di ricerca hanno portato a ulteriori collaborazioni su progetti finanziati dall’UE nel campo della diagnostica. Attraverso queste attività, BIOMAX è riuscito a formare la prossima generazione di ricercatori industriali ed accademici nel campo emergente della nanobiotecnologia.

Informazioni correlate

Keywords

Giovani ricercatori, nanotecnologia, strumenti diagnostici, nanoparticelle magnetiche, test biologici