Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Strumenti migliori per le forge europee

Minori costi di produzione e volumi più elevati sono fondamentali per l'industria di forgiatura europea. Un progetto finanziato dall'UE ha sviluppato a questo scopo rivestimenti innovativi per gli strumenti.
Strumenti migliori per le forge europee
L'industria di forgiatura europea, dominata dalle piccole e medie imprese (PMI), viene costantemente spinta a ridurre i costi di produzione e ad aumentare i volumi di produzione oltre alla qualità delle parti che produce. Un modo per soddisfare queste sfide consiste nell'uso di trattamenti di superficie innovativi per aumentare in modo significativo la durata delle matrici di forgiatura usate per dare forma ai prodotti forgiati.

Nel progetto CURARE , finanziato dall'UE, due ricercatori esperti hanno collaborato con sette PMI coinvolte nella fabbricazione di componenti da cinque paesi UE. Hanno sviluppato trattamenti superficiali in grado di ridurre il costo totale delle matrici per periodi più lunghi. Essi si basano su metodi di deposito migliorati per rivestimenti sottili e duri di nitruro sulle matrici al fine di estenderne l'utilizzo.

I partner del progetto hanno prima progettato un sistema di lavorazione industriale applicabile basato su un trattamento della superficie con laser a diodo su cinque assi. I laser a diodo sono stati scelti dopo aver valutato altre risorse laser. Le strategie di lavorazione geometriche flessibili sono quindi state sviluppate per il processo di lega laser e di dispersione coinvolti nell'applicazione del rivestimento su tutta la matrice. Strati di carburo-cobalto-cromo di tungsteno con un processo di nitrurazione al plasma combinato hanno dato i migliori risultati per la resistenza all'usura abrasiva delle matrici.

Sono stati studiati diversi gas di elaborazione e differenti geometrie di fasci laser per ottenere il processo ottimale di lega a pellicola sottile. I partner hanno quindi fissato standard del loro processo rispetto alle tecnologie di rivestimento di nitruro esistenti e hanno dimostrato che la nitrurazione al plasma offre una penetrazione più rapida rispetto ad altre tecniche. I partner delle PMI industriali hanno quindi testato matrici rivestite nelle loro linee di produzione. Queste hanno raggiunto una durata superiore del 50 % e una stabilità geometrica decisamente migliorata che aumenta la riproducibilità nei prodotti finali. Il nuovo processo si è rivelato più economico per geometrie complesse di attrezzi e matrici.

Il trattamento di superficie automatizzato di CURARE darà una spinta alla competitività delle PMI partner e di altri attraverso costi inferiori e una migliore qualità dei prodotti. La stretta e permanente collaborazione con l'associazione di forgiatura europea EUROFORGE e le rispettive associazioni nazionali garantisce una divulgazione sostenibile in tutta Europa di queste nuove tecnologie a vantaggio dell'industria.

Informazioni correlate